La fama e l’utilizzo di WordPress non conoscono confini. Come noto si parla del cms (content management system) più diffuso al mondo. Ormai, la piattaforma non è più popolare soltanto tra i bloggers, ma anche il mondo dell’e-commerce si appoggia sempre di più al cms per i suoi contenuti.

A parlare in favore di WordPress sono i dati e le statistiche reali, raccolti da numerosi studi, in grado di quantificare le quote di mercato ricoperte dal cms, ma indicazioni interessanti arrivano anche dai dati che riguardano la diffusione dei due principali plugin per e-commerce ivi utilizzati come WooCommerce e Easy Digital Downloads.


Andiamo ad analizzare la situazione che descrive le proporzioni raggiunte da WordPress a livello globale.

WordPress: un predominio importante

Uno studio approfondito realizzato da W3Techs ha stimato che WordPress attualmente è utilizzato da circa il 34% dei siti web presenti su Internet. In altre parole, si può dire che ormai WP alimenti oltre un terzo di tutto il web.

I dati di WordPress rispetto a quelli della concorrenza sono impressionanti, il predominio può essere considerato schiacciante. Basti considerare che Joomla, Dupral e Squarespace, ricoprono quote di mercato globali inferiori al 3% e tutti e 3 questi cms insieme riescono ad arrivare a malapena al 7% di tutti i siti.

Inoltre, i dati suggeriscono che WordPress non abbia un’importanza limitata soltanto a piccoli siti web con basso traffico. La quota di mercato complessiva dei siti ad alto traffico che gestiscono i propri contenti con il popolare sistema ammonta a circa il 34% a livello globale.

Solo negli ultimi 2 anni il fenomeno WordPress ha fatto registrare un aumento di quote di mercato pari al 6,3%, l’aumento dal 2011 ad oggi è stato netto e costante, fino ad arrivare al 2019, anno in cui si può ormai parlare di una copertura arrivata a un terzo di tutti i siti web esistenti.

WordPress: la velocità come base del successo

Il successo di un cms passa sicuramente anche attraverso il suo coefficiente di velocità ed efficienza. Se WordPress è la piattaforma arrivata al predominio sul mercato globale è sicuramente perché dal punto di vista tecnico è molto ben realizzata e soprattutto è user friendly, ma riesce anche a garantire velocità.

Negli ultimi anni i motori di ricerca sono andati modificandosi nella direzione di dare sempre più importanza alla velocità di un sito web. Gli utenti di oggi non gradiscono lunghi tempi di caricamento. Anche un tempo di 3 secondi per pagina potrebbe essere giudicato lungo dagli utenti della rete che hanno una soglia di attenzione notoriamente bassa.

La questione velocità, dunque, è molto delicata e va affrontata a dovere da qualsiasi web master. Come cms WordPress garantisce buona velocità e ottime performance, fattori che come noto dipendono anche da questioni esterne al sito come il server dove è hostato.

Nonostante il cms più famoso al mondo possa essere già considerato buono nelle performance di velocità, esistono anche altre vie di ottimizzazione utilizzabili. In particolare segnaliamo la guida di Monetizzando.com che spiega esattamente come velocizzare un sito in WordPress.

Alcuni esempi?

  • Ottimizzare le immagini scegliendo formati che non pesano sul caricamento delle pagine
  • Rimozione di tutti i plugin e template superflui
  • Usare plugin ideati per la velocizzazione di WP
  • Monitorare costantemente la velocità del sito attraverso vari web tools, anche gratuiti

Questi e molti altri accorgimenti possono essere utilizzati per ottenere il massimo dal proprio sito soddisfando al contempo le esigenze dei motori di ricerca e quelle degli utenti moderni non più avvezzi ad aspettare per ottenere quello che vogliono.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here