Kiev, 18 mar – Al Bano fa sapere, attraverso il suo avvocato Cristiano Magaletti, di essere persuaso a Corte Europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo per via della sua inclusione nella black list dell’Ucraina.

La richiesta di risarcimento

Allo stesso vuole convincere il nostro ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi,  “ad intervenire immediatamente per vie diplomatiche, tramite l’ambasciatore ucraino, per ottenere l’immediata cancellazione del nome dell’artista dalla black list” delle persone indesiderate in Ucraina”. Ma il cantante di Cellino San Marco non sembra volersi fermare qui: vuole, infatti, richiedere “un risarcimento danni all’Ucraina”, che sarà poi, in caso di vittoria, devoluto “in beneficenza a un ente benefico ucraino”.

“Un’enorme ingiustizia”

Il legale del cantante di “Nel sole” sembra avere le idee ben chiare: “Non ci fermeremo. Andremo sino a Strasburgo, perché questo può diventare un pericoloso precedente. Al Bano è cittadino del mondo e amico di tutti, deve essere libero di andare in Ucraina; chiediamo al nostro governo di intervenire immediatamente perché hanno ingiustamente attaccato il simbolo della canzone italiana”.  E infine, invoca anche più serietà nei media per come è stata discussa la questione:  “Questa vicenda non deve essere trattata con superficialità e ironia, ma va dibattuta con la rabbia di chi si trova a subire un’enorme ingiustizia”.

Al Bano “minaccia alla sicurezza nazionale” ucraina

Già all’inizio, appena ricevuta la notizia di essere stato inserito nella black list del paese dell’Est in quanto “minaccia alla sicurezza nazionale”, Carrisi ebbe le idee molto chiare: “Io una minaccia per la sicurezza dell’Ucraina? Ma figuriamoci: io sono una persona normale, che canta. Passerà anche questa, ci chiariremo, non vedo l’ora di incontrare l’ambasciatore dell’Ucraina in Italia per capire meglio”. L’incontro tuttavia non c’è ancora stato e a quanto pare l’ex marito di Romina Power (grande fan di Vladimir Putin) non le canta più ma vuole passare ai fatti. Adesso resta da capire se lo seguirà nell’impresa anche Toto Cutugno …

Ilaria Paoletti

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here