Milano, 7 mar – Il rapper campano Anastasio dopo la vittoria alla scorsa edizione di X-Factor è ora pronto per il suo tour negli stadi italiani. Balzato agli onori delle cronache per i suoi like “politicamente scorretti” sui social che gli sono costati un dossier inquisitorio di Vice Italia e l'”accusa” quindi di essere sovranista e fascista, l’artista di Meta di Sorrento è ormai noto per essere uno che “non le manda a dire”.

“Pensate che con X-Factor ho sparato tutte le mie cartucce? Invece non è così. Con il mio album ho messo in campo solo una percentuale del mio potenziale. Non avrei partecipato al talent se avessi saputo a cosa andavo incontro. Credevo che l’esibizione era legata alla Sony. Già fatico a trovare pubblico, figuriamoci in un talent show” ha detto nella sua intervista al Corriere della Sera.

“Sto vivendo il capovolgimento del mio stato. Con le donne? Ora è tutto diverso. Prima a stento raggiungevo la sufficienza” commenta ironicamente. Reduce da un’esibizione provocatoria al festival di Sanremo in contrapposizione al soliloquio di Claudio Bisio, l’artista passa a parlare dei colleghi e non ci va giù tenero: “Non ho nulla contro il trap e il rap. Per me è solo una pura e semplice forma d’arte. E non è detto che si possa esprimere qualcosa di intenso e di profondo. Più che altro me la prendo con i genitori. Non si accorgono che i figli non hanno più modelli positivi. Dovrebbero fare solo i genitori. Non hanno spessore. Con Sfera Ebbasta si sono dimostrati dei complici, condividendo questa passione giovanile. Non produce nulla di buono.”

Ilaria Paoletti

Commenti

commenti

1 commento

  1. Sfera ebbasta ha abbastanza rotto il cazzo………visto che gira in jet privato e guadagna milioni di euro non rompesse gli zebedei con messaggi pseudo politici………..faccia trap e pensi a come la droga ha rovinato intere famiglie……… Auguri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here