Roma, 25 gen – Ne avevamo già parlato due mesi fa. E ormai ci siamo: il 31 gennaio Il primo re arriverà in tutti i cinema d’Italia. Un progetto che, sin dall’inizio, si è presentato come molto promettente: il giovane regista Matteo Rovere ha deciso nientemeno che portare sul grande schermo il mito di Romolo e Remo. E Rovere – per segnare una netta cesura con la mediocrità di tanto cinema italiano, pur non rinunciando però al marchio tricolore – si è servito di tutti i più grandi professioni italiani del settore, riconosciuti a livello mondiale. Dal cast di altissimo livello (Alessio Lapice e Alessandro Borghi interpretano rispettivamente i ruoli di Romolo e Remo) sino all’impiego di uno staff stellare: la fotografia è stata infatti affidata a Daniele Ciprì, mentre gli effetti visivi sono stati curati da Valentina Visintin, Andrea Leanza e Lorenzo Tamburini.

Insomma, sembra promettere molto bene Il primo re. Come traspare chiaramente dal trailer, o meglio dai due trailer ufficiali che sono stati diffusi qualche giorno fa. La pellicola, come avevamo anticipato, sarà realistica ed evocativa insieme, con scene di combattimento molto crude affidate ai migliori stuntman su piazza. Sia Lapice che Borghi, del resto, hanno dichiarato in un’intervista che, per girare il film, sono stati sottoposti a una preparazione fisica durissima. Tra le caratteristiche de Il primo re, che ricorda vagamente le atmosfere epico-eroiche di Valhalla Rising (2010), è sicuramente da menzionare il fatto che gli attori recitano in un proto-latino arcaico. Una scelta che fa immediatamente pensare a La passione di Cristo di Mel Gibson (2004), dove il latino e l’aramaico avevano soppiantato l’inglese. Non ci resta dunque che attendere il 31 gennaio per poterci gustare quello che si annuncia come un piccolo gioiello cinematografico tutto italiano.

Valerio Benedetti

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here