Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 9 apr – Imma Battaglia, ex consigliera al Comune di Roma in “quota” Sel é ormai diventata presenza fissa nelle trasmissioni e nelle riviste di gossip per le imminenti nozze con l’attrice Eva Grimaldi. Naturalmente, un evento che suggella l’unione tra due persone (che siano dello stesso sesso o meno) verrà, per stessa ammissione di una delle protagoniste, “spettacolarizzato” a fini politici.

“Un messaggio ai politici ipocriti”

“Le nostre nozze? Un messaggio ai politici ipocriti” dichiara la presto sposa (?) Imma Battaglia. E rilancia: “È il governo più gay di sempre, ma nessuno lo dice”. Il matrimonio con la compagna Grimaldi si terrà il 19 maggio. Le nozze saranno curate “stilisticamente” dal wedding planner e star della tv Enzo Miccio.

“Sono passiva, per una volta nella vita”

“Sta facendo tutto Eva, io sarò un ospite. Sono passiva per una volta, perché nella vita mai” dichiara la Battaglia a Fanpage che, guarda caso, le intervista nell’ambito di una fiera di wedding planner. “Sono tanto emozionata” dice la Grimaldi “ma Imma rispetto a me è più riservata, non fa parte del mondo dello spettacolo, quindi per lei è tutto nuovo”.

Le nozze come “attivismo”

La Battaglia, presidente del Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli fino al 2000, sembra essere, insomma, decisa a rendere il suo matrimonio un atto “politico”, di provocazione alle sfere “alte” della politica nostrana: “In questo Paese non si può vivere con i politici che fanno propaganda sulla vita delle persone. Sono sempre stata un’attivista, politica in qualche modo, e credo che pubblico e privato non possano essere divergenti. Ed è anche un messaggio per questi politici così ipocriti, perché penso che sia il governo più gay che ci sia mai stato, peccato che non lo dice nessuno”.

La coppia “sdoganata” dalla cultura pop

Non capiamo esattamente dove stia la provocazione o l’occasione di riflessione in un contesto come il matrimonio della Battaglia e della Grimaldi, onnipresenti su ogni mezzo di informazione, sdoganate da Freeda, dall’Isola dei Famosi e persino da Barbara D’Urso, con un wedding planner che è diventato un fenomeno pop in Italia. Sembra solo un’altra occasione per far parlare di sé a scapito del (presunto) messaggio.

Ilaria Paoletti

4 Commenti

  1. Oramai i sodomiti vanno fieri dei loro vizi contronatura promossi dalla finanza occulta straniera che vuole abolire anche le identità sessuali oltre a quelle nazionali, religiose e familiari! Credono di essere detentori di una qualche morale superiore quando non rappresentano altro che la decadenza dei costumi e la morte della famiglia naturale, luogo della crescita sana di un essere umano
    Ovviamente sono anche a favore dell’ eutanasia, mentre il suicidio è sempre stato un peccato mortale
    perchè non puoi toglierti la vita che Dio ti ha donato.Per i banchieri è un ottimo sistema per liberarsi di schiavi improduttivi ed in Olanda dopo qualche anno alcuni genitori sono riusciti anche a convincere i figli handicappati a togliersi la vita.Come sono umani questi moralisti del pensiero unico, vero?