Ovindoli, 12 ago – Roberto Vecchioni tocca con la sua tappa dell’Infinito Tour la cittadina turistica abruzzese e coglie l’occasione per parlare di politica. Ovviamente, essendo il cantautore meneghino schierato a sinistra, il suo comizio non poteva che concludersi con l’ennesima interpretazione di Bella ciao. Ma il pubblico sembra proprio non aver gradito e lo ha ricoperto di fischi.

Bella ciao e il comizio pro immigrati

Secondo quanto riporta il quotidiano locale Il Centro, Vecchioni avrebbe approfittato della sua tappa estiva nella cittadina abruzzese per fare un piccolo comizio pro immigrati e, va da sé, contro gli espone ti politici che non la pensano come lui. Dopo questo intervento, Vecchioni avrebbe anche “deliziato” il pubblico con l’esecuzione del canto partigiano Bella ciao (che resta da capire cosa “c’azzecchi”, per dirla alla Di Pietro, con l’immigrazione – ma di certo c’entra con l’appartenenza politica di Vecchioni). Se qualche fan agguerrito ha gradito questa iniziativa, molti altri invece non hanno apprezzato e hanno ricoperto il cantautore di fischi.

Sindaco di Ovindoli: “Si faccia pagare per i comizi”

Le reazioni alla presa di posizione di Vecchioni non sono mancate anche tra il mondo politico locale. Il primo cittadino di Ovindoli, Simone Angelosante, definisce il sipario messo in atto da Vecchioni di “cattivo gusto”. Il sindaco dice dunque che Vecchioni “dovrebbe astenersi dal fare propaganda politica di basso livello”. E aggiunge: “Anche perché è stato molto criticato da una parte del pubblico tanto che io sono stato sommerso da messaggi“. E dichiara:  “Se invece viene per un concerto, si fa pagare – perché è stato ben pagato non dal Comune ma da un comitato – e fa campagna elettorale, vuol dire che ne va della sua professionalità”.

Pezzopane: “Lega censura i concerti”

Stefania Pezzopane, deputata del Pd, definisce quello del primo cittadino un “delirio di onnipotenza” e sostiene che la Lega sia giunta a censurare i concerti. “Vecchioni è un artista” dice la Pezzopane “e come tale parla a tutti“. “Evidentemente gli esponenti della Lega hanno travalicato il senso del ridicolo, ma finiranno in tragedia”, conclude. Andrebbe ricordato alla Pezzopane che le reazioni del pubblico sono spontanee e non frutto di censura; forse Vecchioni potrebbe prendere in considerazione che non tutti i suoi fan paghino per ascoltare comizi stantii e canti partigiani. Una bella interpretazione di Per amore mio sarebbe stata più gradita.

Ilaria Paoletti

7 Commenti

  1. Vecchioni 42 anni fà fosti anche allora fisciato. Ora ti rinfrsco la memoria: Bologna Palasport Piazza Azzarita 1977 anche allora fosti fischiato e cacciato. Io saliì sul tuo palco insieme ad altri per cacciarti.

  2. Strumentalizzare una canzone e farla diventare una canzone antifascista a tutti i costi vuol dire peccare di buon senso e soprattutto non conoscere neanche la storia, a sinistra neanche i professori riescono a non fare provocazione.

  3. Bella ciao di Vecchioni? Ma quanta fantasia!! Ma sono certa che gli sforzi del cantante non saranno vani in quanto vorrà dimostrare con concretezza tutta la sua “bontà” ospitando e mantenendo ( se lo può permettere) i migranti a cui tanto tiene.

  4. I Kattokom sono tutti “vecchioni” ….
    Siamo nel 2019 , fatevene una ragione .
    Se volevate giocare al partigiano dovevate nascere al tempo dei vs nonni/padri .
    Il tempo è scaduto .

    data scadenza 04/1945

    Minestrina riscaldata tossica , roba per i NAS .

Commenta