Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 ago – Massimo Stano è oro nella 20 km di marcia. Fantastica impresa dell’atleta azzurro che regala all’Italia il settimo oro e la 33° medaglia a queste Olimpiadi di Tokyo. Stano era terzo a metà gara, ma poi ha rimontato alla grande, vincendo il testa a testa contro Ikeda (argento) e Yamanishi (bronzo). Soltanto questi due atleti giapponesi sono stati capaci di tenere il ritmo dell’italiano. Stano però ha iniziato ad aumentare la propria andatura subito dopo l’ultimo giro, restando da solo a marciare dritto verso la medaglia d’oro. La gara, resa particolarmente ostica dal caldo torrido, si è svolta a Sapporo.



Ma oggi Stano non lo avrebbe fermato niente e nessuno. Il 29enne barese si è dimostrato più forte di tutto, anche dei pronostici che non lo davano affatto favorito. Ma chi se ne frega dei pronostici, nella marcia l’Italia torna a scrivere la storia, dopo 17 anni dal trionfo di Ivano Brugnetti ai giochi olimpici di Atene 2004. E in generale nell’atletica l’Italia è da sogno: dalle Olimpiadi di Los Angeles 1984 non portava a casa tre ori.

Massimo Stano, oro leggendario nella 20 km di marcia

“Li ha staccati tuttiiiii. Oroooo. Nella 20 km di marcia Massimo Stano è CAMPIONE OLIMPICO! ”. Festeggia così l’Italia Team su Twitter. Aggiungendo l’hashtag #stupormundi. Perché sì, anche stavolta abbiamo stupito il mondo.

Quello di Massimo Stano è un oro leggendario. A 29 anni, l’atleta nato a Grumo Appula in Puglia, festeggia una vittoria nel solco del suo idolo: il marciatore Ivano Brugnetti. E al traguardo festeggia con il gesto del dito in bocca, perché a breve la moglie Fatima partorirà. Per l’Italia è la 33esima medaglia a queste Olimpiadi: 7 ori, 10 argenti, 16 bronzi. Ma non è finita, calma (olimpica) e gesso, continuiamo a crederci e battagliamo. Ci sono ancora gare in cui possiamo dire la nostra, eccome se possiamo dirla.

Alessandro Della Guglia

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta