Londra, 23 apr – Una serata complicata per Maurizio Sarri che ieri nella sfida casalinga contro il Burnley, quindicesimo in classifica, ha visto il suo Chelsea fermarsi sul 2-2. Oltre alla pioggia di critiche da parte di media e tifosi, che ormai da mesi in Inghilterra per l’allenatore italiano sono consuetudine, anche il suo fedelissimo Gonzalo Higuain non ha nascosto il suo malumore al momento della sostituzione.

Sono però gli insulti ricevuti da parte della panchina del Burnley ad aver colpito, in questo caso giustamente, l’ex ct del Napoli che è stato più volte apostrofato come un “italiano di m…da”. Una denuncia arrivata dalla pagine del Telegraph, con un pezzo firmato dal cronista Matt Law. Sarri, probabilmente a causa di questo episodio, non si è presentato alla conferenza stampa post partita. E’ stato così sostituito dal vice Gianfranco Zola, che visibilmente imbarazzato lo ha difeso, pur minimizzando quanto accaduto: “Sarri è frustrato per quanto accaduto, durante la partita può capitare che l’adrenalina ti porti a dire cose che non vorresti”, ha detto l’ex giocatore sardo.


Adesso la FA (Football Association) potrebbe aprire un’inchiesta, con alcuni membri dello staff del Burnley che rischiano 20mila euro di multa, oltre a una squalifica di cinque giornate. Il ct italiano è stato tra l’altro espulso nel recupero del secondo tempo per aver abbandonato l’area tecnica e negli spogliatoi sono state sfiorate due risse con protagonisti staff e calciatori delle due squadre. Stando sempre a quanto riferito dal Telegraph, il più agitato della panchina del Burnley è stato il preparatore dei portieri, Billy Mercer, distintosi inoltre per un momento di tensione a fine partita con Rudiger.

Alessandro Della Guglia

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here