Invictus Arena XIVRoma, 17 dic – Possedere il dono dell’ubiquità potrebbe rivelarsi un efficace rimedio al problema della proliferazione delle sigle, e quindi degli eventi, gli sport da ring e da gabbia.

Peccato che questo privilegio venga comunemente riservato agli uomini toccati dallo spirito divino e santificati dalla tradizione religiosa. Ergo noi comuni peccatori, fino a che non avremo raggiunto questo stato di sintonia con il divino, dovremo semplicemente scegliere e magari sperare che si evitino fatti del genere e si arrivi ad una “reductio ad unum” federale.

Il 20 dicembre prossimo Roma sarà infatti teatro di ben due eventi di alto livello che interesseranno la Kick Boxing e le MMA. Organizzate da Riccardo Lecca e dai fratelli Massimo e Paolo Liberati sotto l’egida rispettivamente della WTKA e di FIKBMS.

Invictus Arena XIV è di certo l’evento di maggior rilievo della giornata, se non altro per la caratura degli interpreti chiamati a darsi battaglia sul ring ed in gabbia. Su tutti l’evento centrale di K-1 a 75kg, in cui si affronteranno Alessandro Campagna, uno dei pochi italiani ad essere arrivati al Glory, opposto a Marco “The Sniper” Piqué, atleta del Suriname con oltre 100 incontri all’attivo e dotato di una tecnica a dir poco sopraffina.

Attualmente Alessandro, che molti ritengono tra i migliori 75kg italiani e non solo, dopo essere stato l’unico italiano a partecipare al Glory, ricordiamo la sua netta vittoria sempre a Roma contro Fabio Pinca nel 2012 e la sua sconfitta di misura contro Andy Ristie nel 2013, ha cambiato diversi allenatori attraversando un fase composta da alti e bassi. Questo incontro potrebbe esser per lui la chiave di svolta per tornare tra i grandi in chiave internazionale. Piqué aveva avuto modo di incrociare tibie e guantoni con altri atleti italiani tornando a casa sempre con l’allora della vittoria, come nella doppia sfida contro Bruno Franchi nel 2009 e 2011, di cui una combattuta sempre a Roma, e quella contro Paolo Bellini sempre nel 2011.

Nella stessa serata, grande attesa anche per il combattimento di MMA, al peso di 68kg, tra Giuliano Pennese, idolo romano per arti marziali miste che proviene dalla prestigiosa Hung Mun, opposto a Cesar Rotaru. Il primo ha al suo attivo 9 combattimenti nel professionismo con 6 vittorie e 3 sconfitte di cui 2 negli ultimi due match. Il secondo invece è al suo terzo incontro dopo aver collezionato una vittoria ed una sconfitta.

Appuntamento con Invictus Arena sarà presso il “City Dream”, in Via dei Ruderi di Torrenova.

L’altro evento si svolge invece presso il teatro Tendastrisce, in via Giorgio Perlasca. Il Gran Prix di Roma 2015 è anch’esso un appuntamento che si Gran Prix Roma 2015è ritagliato un notevole spazio nel panorama nazionale. Promotori i fratelli Paolo e Massimo Liberati, storici atleti allenatori e dirigenti della FIKBMS. La serata sarà sviluppata su discipline calci pugni, dalla Kickboxing al Full Contact al K-1. Combattimento principale della serata sarà il titolo intercontinentale WAKO PRO di K-1 nella categoria di 81,4kg, tra Arkadiusz Kaszuba, polacco proveniente dalla città di Rzeszów situata nella regione sudorientale e già campione mondiale WAKO di Low Kick, e l’idolo di casa Gabriele Casella, estroso e talentuosissimo atleta che, da solo, quasi vale il prezzo dell’intero biglietto.

Nella stessa giornata anche l’Umbria prova ad organizzare eventi di una certa caratura. Infatti a Perugia si terrà anche “The Best Fighter Umbria”, organizzato da Biagio de Stefano e Nicola Curci per la WTKA, in cui atleti umbri e del centro Italia si daranno battaglia per decretare il miglior combattente nelle regole della Kick Boxing e del K-1.

Nelle ultime settimane infine, il mondo italiano degli sport da combattimento è stato scosso dalla ghiotta notizia che l’evento Bellator, uno più famosi tornei di MMA secondo solo all’Ultimate Fighting Championship, arriverà per la prima volta nel nostro amato Bel Paese. Non solo, ma si unirà a quell’Oktagon che oramai dal lontano 1996 è diventato il più importante palcoscenico nazionale e non solo per gli sport da ring. Per questo motivo l’appuntamento, dalla sua storica sede meneghina, si trasferirà al Pala Alpituor di Torino il 16 Aprile 2016. Per ora poco è trapelato sui grandi nomi che entreranno in gabbia e sul ring, ma i soli due nomi annunciati possono davvero contribuire a riempire i ben 16mila posti della struttura: Giorgio “The Doctor” Petrosyan e Alessio “Legionarius” Sakara. Ciò che succederà in futuro lo scopriremo solo vivendo. Per adesso cerchiamo di attrezzarci con la dislocazione.

Lorenzo Mosca

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here