Roma, 14 ago – Una vita da bomber, una lunga carriera calcistica segnata da grandi successi. Due volte capocannoniere della Serie A, capocannoniere della Bundesliga nella stagione 2006/2007 e poi quel meraviglioso mondiale vinto nel 2006 tingendo di azzurro il cielo sopra Berlino. Luca Toni è stato un grande attaccante e di conseguenza non può che andare sempre all’attacco, anche in politica.

Senza peli sulla lingua, intervistato da Alessandro Rico per La Verità, l’ex calciatore tuona contro l’inciucio tra Pd e M5S: “Spero che governi chi merita di governare e non chi viene selezionata da qualche manovrina”. E dunque chi voterà? “E’ già sottinteso” e poi “sono di centrodestra, è evidente”.


E quindi quali sono i suoi valori? “Quelli che ho sempre praticato nel calcio: sacrificio, lealtà, voglia di combattere sempre”. Ma allora Luca Toni ministro dello Sport? Il bomber risponde con umiltà ma non si tira indietro: “Dovrei studiare tanto. Ma mi piacerebbe dare una mano al mondo dello sport”.

Le simpatie politiche dell’ex calciatore d’altronde sono note, almeno da quando per la campagna elettorale per le comunali a Modena salì sul palco con Matteo Salvini. Toni dunque non si nasconde, perché “è giusto mettersi in gioco, come nello sport” e soprattutto “a decidere chi governa il Paese devono essere i cittadini, non altri”.

Alessandro Della Guglia

Commenti

commenti

2 Commenti

  1. Grandissimo Luca Toni; adesso so’ perchè è sempre stato uno dei giocatori che preferivo quando era in campo con la nazionale.Uno che ci metteva sempre il cuore e il massimo dell’ impegno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here