Il Cairo, 15 dic – Il presidente egiziano Abd al Fattah Al-Sisi si è espresso di recente sulle scelte dei Paesi occidentali che impediscono l’ingresso nel loro territorio agli immigrati del Terzo Mondo. A una domanda in merito, posta durante una sessione del World Youth Forum di Sharm El-Sheikh, Al-Sisi ha risposto così: “Invece di chiedere a me perché l’Occidente ci chiuda le sue porte, dovresti chiedere a te stesso perché il popolo afgano non si prenda più cura del proprio Paese… e vale lo stesso discorso per il Pakistan, l’Egitto, la Siria, la Libia, l’Iraq, lo Yemen e la Somalia”.
Il discorso, andato in onda a novembre, è proseguito così: “Lottiamo tra di noi da decenni, e poi ci aspettiamo che Paesi che lavorano notte e giorno per proteggere al meglio la propria gente e consentirle di mantenere un certo stile di vita ci consentano di entrare per approfittare noi stessi di quello stile di vita, dopo che ci hanno visti combatterci l’un altro per quarant’anni? Ѐ ovvio che si oppongano. Da parte mia non ha niente a che fare con l’essere con loro o contro di loro, sto solo cercando di analizzare il problema in maniera onesta. Dovremmo criticare prima noi stessi e chiederci: stiamo proteggendo i nostri Paesi o no?”.
Inutile essere risentiti – ha aggiunto Al-Sisi – con i leader politici della Germania, della Gran Bretagna o dell’Italia, o di qualunque altra nazione europea, perché tentano di proteggere i risultati che hanno raggiunto in tutti questi anni: “Pretendete che aprano i confini per voi, lasciandoci conservare la nostra cultura, che talvolta è molto differente dalla loro, e considerate questa come una condizione non negoziabile, tanto da affermare ‘siamo così e dovete accettarci così perché è un diritto umano’. Lasciatemi dire una cosa: no. Se andate in un Paese in qualità di ospiti, dovete obbedire alle leggi, ai costumi, alle tradizioni e alla cultura di quel dato Paese. Dovete farlo completamente! Se non siete disposti a questo, allora, semplicemente, non ci andate. Non aspettatevi che vi spalanchino le porte perché voi possiate entrare e creare problemi a casa loro. No. Sono quarant’anni che lottate tra voi e esigete che l’Occidente vi apra le sue porte? No. Se volete risolvere i problemi dei vostri Paesi, dovreste farlo nei vostri Paesi. Ecco perché dico agli egiziani che dovrebbero prendersi più cura dell’Egitto”.
Ancora una volta le dichiarazioni più permeate di logica e buonsenso sul tema dell’immigrazione arrivano proprio da quei governi che avrebbero ogni interesse a sostenere la linea dell’accoglienza senza se e senza ma portata avanti dall’Unione Europea, e non dai leader del nostro continente.
Alice Battaglia

1 commento

  1. […] Con fonte Il Primato Nazionale TITOLO, COMMENTO, IMMAGINE – ©RISCATTONAZIONALE – Seguici su Facebook e su Twitter googletag.defineSlot('/134284252/risnaz-300×250-2', [300, 250], 'div-gpt-ad-1503493129795-0').addService(googletag.pubads()).setTargeting();googletag.pubads().enableSyncRendering();googletag.enableServices();googletag.display('div-gpt-ad-1503493129795-0'); […]

Commenta