Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 9 dic – Claudio Foti, l’ideologo della onlus Hansel e Gretel, al centro dell’indagine ‘Angeli e Demoni‘, è stato temporaneamente sospeso dalla professione di psicoterapeuta. Coinvolto nell’inchiesta sugli affidi di Bibbiano, adesso Foti “non potrà esercitare l’attività di psicologo o psicoterapeuta con pazienti minorenni”. E’ quanto si apprende dalla misura interdittiva emessa dal gip di Reggio Emilia che questa mattina i carabinieri del nucleo investigativo reggiano, assieme ai colleghi di Pinerolo (Torino), hanno notificato a Foti: per sei mesi non potrà esercitare l’attività di psicologo-psicoterapeuta su minori.

“Sedute serrate e suggestive”

Il terapista è adesso accusato di frode processuale: avrebbe infatti, con domande suggestive e suggerendo le risposte durante le sedute, convinto una minore di essere stata abusata dal padre. Si parla di “sedute serrate, attraverso modalità suggestive e suggerenti, con la voluta formulazione di domande sul tema dell’abuso sessuale”. Una pratica che avrebbe ingenerato nella minore “il convincimento di essere stata abusata sessualmente dal padre e da un suo socio”. Con tale metodo Foti avrebbe radicato nella minore il rifiuto di incontrare il genitore, poi dichiarato decaduto dalla potestà genitoriale dal tribunale per i Minorenni. In pratica secondo l’accusa lo psicoterapeuta avrebbe alterato lo stato psicologico ed emotivo della minore al fine di ingannare i giudici.

Il boomerang della difesa

Non si tratta di un episodio sconosciuto, ma di un caso già al centro della vicenda. Il nuovo provvedimento nasce però da una valutazione di un video fornito dalla difesa Foti a sua discolpa, che sono stati ritenuti di chiara valenza accusatoria. Il documento, analizzato da un consulente tecnico della procura di Reggio Emilia, è risultato “al contrario di quanto prospettato dalla predetta difesa, un chiaro ed inequivocabile sostrato probatorio a sostegno invece delle ipotesi accusatorie della procura di Reggio Emilia”. Il caso Bibbiano, dunque, non è affatto archiviato come qualcuno negli ultimi giorni ha voluto far credere.

Alessandro Della Guglia

3 Commenti

  1. La faccia di questo la dice tutta su che individuo è! Del resto uno che se ne approfitta della ingenuità dei bambini e sfrutta l’ assenza di altri adulti è come minimo un vigliacco.Se non mettono in galera uno come questo l’Italia non ha alcuna speranza di riprendersi