Pulci e zecche si sa sono parassiti che possono essere molto fastidiosi per cani e gatti: punzecchiandone la pelle provocano prurito e non li lasciano tranquilli nemmeno un minuto. Il grosso problema però di questi sgraditi ospiti non è tanto il fastidio quanto il pericolo a cui sottopongono. Questi parassiti infatti sono, molto più spesso di quello che si crede, vettori di malattie anche gravi che possono, tra l’altro, interessare anche l’uomo purtroppo.



Avere un cane è una cosa meravigliosa, ma può diventare un incubo se non si prendono le giuste misure di sicurezza. Provvedere alla sua protezione contro i parassiti vuol dire proteggere anche se stessi e la propria famiglia: vanno quindi utilizzati i migliori antiparassitari, comprati in negozi specializzati e dei migliori brand in commercio. Comprare prodotti low cost che sono inefficaci per la protezione di Fido può avere gravi conseguenze. Acquistando su Bauzaar si possono trovare a ottimi prezzi prodotti antiparassitari fra i migliori: Advantix e anche altri marchi sicuri e garantiti.

Pulci e zecche, non solo prurito

Pulci e zecche non sono solo irritanti per via del prurito che provocano, ma perché portano con sé (talvolta) anche malattie gravi che interessano anche l’uomo. Il prurito comunque porta il cane a ferirsi e a perdere il pelo compromettendone sotto diversi aspetti la salute. Le infezioni localizzate alla cute sono una conseguenza quasi ovvia di un cane interessato da questi parassiti.

Le pulci e le zecche sono pericolose perché nella loro saliva non di rado si celano virus, batteri e protozoi. Dal momento che l’insetto morde l’ospite tali indesiderati entrano in circolo molto rapidamente provocando poi i relativi sintomi della malattia trasmessa. Malattia di Lyme, encefalite, erlichiosi, anaplasmosi, babesiosi, rickettsiosi e tenie sono solo quelle più comuni.

La sintomatologia è differente in base allo specifico tipo di infezione che il cane prende. Sintomi ricorrenti sono comunque febbre, anemia, perdita di peso, debilitazione, spossatezza, ingossamento dei linfonodi, dolori alle articolazioni, vomito, diarrea. Questi sintomi possono incidere anche sulla qualità della vita dei proprietari.

Cosa fare contro pulci e zecche?

Pulci e zecche oggi sono animaletti diffusi in ogni angolo d’Italia e se è vero che sono più facili da prendere durante primavera, estate e primo autunno, anche in inverno possono costituire un problema. Molti cani infatti vivono in casa con i proprietari e questo è l’ambiente ideale per tali creature infestanti. Proprio per questo motivo è importante controllare il proprio animale da compagnia periodicamente, soprattutto dopo gite in prati e boschi, anche se è coperto da uno scudo antiparassitario.

Compresse, collari, spray, soluzioni spot on sono tutti efficaci e utili per proteggere il cane, purché, come anticipato, siano di alta qualità Dal momento che la copertura dura anche 4 mesi l’investimento non è poi elevato. I rischi che si corrono usando un prodotto scarsamente efficace sono molto, molto più elevati. Se funzionano bene nei primi giorni infatti tali articoli perdono rapidamente la loro influenza sui parassiti e dopo una settimana è come se il cane non avesse alcuna protezione.

Attenzione a scegliere sempre un prodotto specifico per cani (e non per gatti o altro!) e a controllare la taglia del cane indicata sulla confezione: una piccola dose per un cane grande non sarà sufficiente, così una massiccia per un cane piccolo sarebbe eccessiva e talvolta anche pericolosa per il piccolo Fido. Con costanza giochi, coperte e cuccia del cane vanno ripiuliti con l’aspirapolvere e magari una scopa a vapore. Lo stesso tessili e tappeti di casa.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Con tutto il rispetto per chi ha scritto l’articolo… Ma delle malattie dei negretti sparse sputando e cagando in strada non sapete nulla? Eh su dai… Il prossimo articolo fatelo sulle feci di piccioni e pappagalli…

Commenta