Il Primato Nazionale mensile in edicola

Marsiglia, 15 giu – Una novità senza precedenti: gli scontri tra tifosi ripresi in soggettiva con la GoPro. Le immagini incredibili sono state registrate dai temibili hooligans russi in azione a Marsiglia, con la videocamera che racconta quella che a tutti gli effetti è stata una vera e propria “caccia all’inglese”. Scazzottate, bottigliate, pestaggi a terra, lancio di sedie: tutto ripreso in prima persona. Lo stile ricorda quello di un film uscito da poco nelle sale italiane “Hardcore”, tutto girato in soggettiva (guarda caso da un regista russo).

Dalle immagini si evince la preparazione e lo stile “innovativo” degli hooligans russi e in generale dell’Est Europa, che considerano gli scontri tra hooligans uno sport da combattimento a tutti gli effetti, praticato da persone allenate, spesso veri e propri atleti di MMA (arti marziali miste). Gli inglesi, come si evince anche dalle immagini, erano meno preparati e legati alle più “tradizionali” logiche dei tifosi e degli ultras: persone che accettano anche lo scontro fisico (spesso ubriachi), pronti al massimo al lancio di bottiglie e qualche scazzottata. Sicuramente non pronti alla violenza organizzata degli hooligans russi, come dimostrano le immagini.

https://www.youtube.com/watch?v=BSH2Chh1hpI

Davide Romano

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Io non vado più allo stadio con famiglia dopo che gli Holigans Inglesi fecero morire 39 Italiani (non erano holigans italiani ma gente con famiglia) .
    In questo caso erano tifoserie che se le sono date e gli inglesi hanno trovato un muro e non un ventre molle
    la nuova dankerke sportiva le hanno prese e basta e di santa ragione , non sono per la violenza ma il video è eloquente e non tifo per nessuno , che se la sbrighino chi doveva presidiare e controllare la città prima
    Certo queste cose non accadevano in città o negli stadi negli anni 30-40
    Qualcuno vuol negare ?

Commenta