Roma, 27 apr – Un deposito di munizioni è esploso vicino al villaggio di Staraya Nelidovka nella regione di Belgorod, nella Russia occidentale, vicino al confine con l’Ucraina. Lo rende noto il governatore della regione Vyacheslav Gladkov sul suo canale Telegram, secondo quanto riportato dalla Tass. Gladkov ha affermato che non sono stati segnalati danni a edifici residenziali o vittime civili. Intanto sale la tensione tra Mosca e Nato dopo che ieri il Regno Unito ha detto che è legittimo da parte di Kiev colpire obiettivi in territorio russo. La replica del Cremlino non si è fatta attendere: “Allora colpiremo obiettivi Nato“.

Esplode deposito munizioni in Russia, incendio domato

Sempre la Tass riporta che l’incendio nel deposito di munizioni è stato domato. Ma il governatore della regione ha reso noto sul suo canale Telegram che forti scoppi, simili a esplosioni, sono stati uditi nella città di Belgorod, nella Russia occidentale, non lontano dal confine con l’Ucraina. “Intorno alle 3:35 sono stato svegliato da un forte rumore, come un’esplosione. Mentre stavo scrivendo questo post, si sono sentite altre tre esplosioni”, ha scritto Gladkov, secondo la Tass. Le cause dell’incendio non sono state ancora rese note. Ma l’agenzia di stampa russa ieri ha riportato la notizia di decine di edifici danneggiati nella regione di Belgorod a causa dei bombardamenti ucraini.

Kiev annuncia di aver colpito postazioni russe sull’Isola dei Serpenti

Intanto le forze armate ucraine hanno dichiarato di aver colpito postazioni russe sull’Isola dei Serpenti, in particolare il posto di comando. Nel corso dell’attacco sarebbe stato distrutto un sistema missilistico antiaereo Strela-10. Secondo quanto riportato dalla Ukrainska Pravda. Sempre secondo il comando ucraino le truppe russe hanno cercato di avanzare verso la regione di Mykolayiv vicino ai villaggi di Tavriyske e Nova Zorya, ma non hanno avuto successo, subendo perdite significative fino a ritirarsi.

Avanzano le truppe russe nella regione di Kharkiv

Dal canto suo, l’esercito russo ha preso il controllo della periferia nord-orientale dell’insediamento di Velyka Komyshuvakha e dell’insediamento di Zavody, nella regione di Kharkiv, in Ucraina orientale. Lo ha scritto lo Stato maggiore delle forze armate ucraine su Facebook, citato dall’agenzia Unian. Le forze armate di Mosca inoltre hanno trasferito due battaglioni tattici dal territorio russo di Belgorod alla città ucraina di Izium, dove ieri ci sono stati combattimenti intensi.

Zelensky accusa Mosca di aver coinvolto l’area di Chernobyl nelle operazioni militari

Infine, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky accusa Mosca di aver coinvolto l’area di Chernobyl nelle operazioni militari. “Le truppe russe che cercavano di attaccare Kiev attraverso la zona di Chernobyl hanno utilizzato questa zona chiusa come testa di ponte militare. Hanno allestito posizioni su un terreno dove è vietato sostare”. Così Zelensky in un video riportato da Ukrainska Pravda. “Hanno guidato veicoli corazzati attraverso aree in cui sono sepolti materiali contaminati dalle radiazioni e dove ci sono particelle radioattive”, sostiene il presidente ucraino. Inoltre i russi “hanno distrutto i checkpoint, rotto e saccheggiato il sistema di monitoraggio delle radiazioni presso la centrale nucleare di Chernobyl, saccheggiato un laboratorio di analisi nucleare e persino rubato oggetti contaminati confiscati ai trasgressori delle regole della zona di esclusione”, accusa Zelensky.

Il presidente ucraino conclude affermando che nell’anniversario del disastro di Chernobyl, la Russia avrebbe lanciato tre missili su tre centrali nucleari.

Adolfo Spezzaferro

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. L’ EUROPA DEI CADAVERI

    «Avrete questa guerra perché non volete combattere per gli Ebrei!».

    «Tutti i pretesti saranno validi, nessuno sarà detestabile… Non importa quale sarà, purché spinga le masse ariane verso giganteschi massacri, determini infine, senza reticenze possibili, il rabbioso sterminio dei popoli più guerrieri d’Europa,…».

    Buon divertimento…

    https://telegra.ph/L-Europa-dei-Cadaveri-04-27

    To be Continua in… Il Camposantaro Fiorito dei Graziosi Giullari Parassiti

    By Manlio Amelio in Exquisite-Cadavre avec Louis-Ferdinand Celine et Tous les Sudetes d’Europa… ah!… ah ah… ha ah ah…

Commenta