Roma, 7 set – Bruxelles, mercati, progressisti di tutto il mondo e persino il presidente Usa Trump plaudono la nascita del governo giallofucsia. Ma dell’opinione degli italiani in merito al Conte bis, si sta interessando qualcuno? Da un sondaggio Ipsos per il Corriere della Sera emerge che solo il 36% degli abitanti dello Stivale appoggia il nuovo esecutivo. Il 52% si schiera contro. Se per il governo gialloverde l’indice di gradimento era del 60%, il consenso all’asse Pd-M5S crolla al 41%. Gradimento dimostrato, per il 71% e 74%, dai sostenitori democratici e grillini, i quali però esprimono anche giudizi negativi nel 28% e 25% dei casi.

Grande scetticismo anche sulla longevità del neonato governo: solo il 18% ritiene che il Conte bis durerà fino al termine della legislatura, mentre per il 45% gli dà un anno di vita; il 20% punta sui due anni. Per quanto riguarda le politiche sull’immigrazione, gli italiani sono compatti: la linea dei porti chiusi va mantenuta. Lo dimostra il risicato 11% di coloro che auspicano una modifica dei decreti Sicurezza – di cui solo il 24% dei dem. Vedremo se l’esecutivo giallofucsia, così votato all’accoglienza indiscriminata, riuscirà a gestire a situazione senza farsi odiare dagli abitanti del Belpaese. Cosa ci si aspetta dal nuovo esecutivo? Il 71% spera che la manovra economica porti finalmente dei benefici ai ceti più deboli; il 45% auspica avvenga il taglio del numero dei parlamentari; il 24% vorrebbe vedere attivati gli incentivi per uno “sviluppo economico basato sulla sostenibilità ambientale”. Un italiano su 3 è convinto (senza esserne d’accordo) che verrà attuata una revisione del decreto sicurezza.

Cristina Gauri

3 Commenti

  1. E il restante 48?? buonisti imbecilli, storditi da diritti del desiderio,dai negretti e dalla manipolazione mainstream delle famiglie del sionismo mondialista

  2. In un qualsiasi paese europeo o extra europeo, la gente sarebbe andata in strada a protestare, in italia stiamo sempre e solo a guardare come se non ci riguardasse direttamente. Ne pagheremo le conseguenze!

Commenta