Roma, 17 ott –  Giorgia Meloni attacca la sinistra e lo fa in modo esplicito, sui social network. Il leader di FdI, man mano che si avvicina la data di un possibile (e probabile) incarico di formare il prossimo governo, si “apre” sempre più verso un ritorno alla battaglia politica vera e propria, con il non trascurabile dettaglio di doverla fare, questa volta, da una posizione di governo.

Meloni, l’attacco diretto alla sinistra

Meloni su Facebook durissima verso la sinistra difende la maggioranza: “Gli attacchi scomposti della sinistra negli ultimi giorni rappresentano un vero e proprio insulto ai cittadini che hanno scelto da chi essere rappresentati”. La punzecchiata ad Enrico Letta e soci diventa più diretta puntando su un argomento forse banale, ma difficilmente contestabile: la lontananza da qualsiasi legittimazione governativa del Nazareno che, nonostante questo, è entrato in praticamente ogni governo negli ultimi dieci anni (esclusa la breve parentesi gialloverde). Così la Meloni aggiunge: “Capiscoche per questi esponenti possa sembrare quantomeno anomalo vedere dei partiti che hanno la possibilità di governare con l’appoggio degli italiani, (non ci sono abituati) ma che piaccia loro o meno, questa è la democrazia”.

“Si mettano l’anima in pace, risolleveremo l’Italia”. E incontra Berlusconi

L’affondo della Meloni finisce così, criticando gli “attacchi scomposti della sinistra”: “Si mettano l’anima in pace: siamo qui per risollevare la nostra Nazione. Sarà un percorso pieno di ostacoli, ma daremo il massimo. Senza mai arrenderci”, scrive ancora la leader di FdI nel post in cui critica gli “attacchi scomposti della sinistra”. L’incontro con Silvio Berlusconi, intanto, è fissato per oggi. Un “vertice” che si dovrebbe tenere a via della Scrofa, come riferiscono fonti dei due partiti riportate dall’Ansa.

Alberto Celletti

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta