Il Primato Nazionale mensile in edicola
Roma, 28 set – Non accadeva da più di dieci anni, da quando l’Inter di Mourinho vinse la Champions League. Da allora l’Italia era scesa definitivamente dal podio del Ranking Uefa per club, sempre pesantemente in ritardo rispetto a Spagna, Inghilterra e Germania. A fare le spese di questo parziale rilancio del calcio italiano in Europa sono stati proprio i tedeschi, che pagano le ultime sconfitte in Champions ed Europa League, su tutte quella del Bayern Monaco di ieri sera, che al Parco dei Principi si è visto rifilare un secco 3-0 dal Psg di Cavani e Neymar. L’Italia supera così la Germania di soli 0,084 punti (64.082 contro i 63.998 della Germania) e torna al terzo posto, grazie alle vittorie in Champions del Napoli sul Feyenoord, della Juve sull’Olimpiacos e della Roma a Baku sul terreno del Qarabag.
Chissà che questo piccolo risultato non possa rappresentare una inversione di tendenza per la nostra Serie A, che negli ultimi anni ha fatto registrare un costante declino. Ora l’obiettivo di agganciare anche la prestigiosa Premier League, visto che l’Inghilterra è seconda nel ranking con 66.034 punti, un obiettivo non così impossibile. Per la Serie A raggiungere il campionato nazionale più ricco e competitivo del mondo era impensabile solo a poco tempo fa. Proprio la caduta dal podio aveva causato la perdita per l’Italia di una squadra in Champions League, con solo due formazioni con l’accesso diretto e una alla tagliola dei preliminari.
Ma questo non sarà più un problema a partire dal prossimo anno, visto che anche nel caso tornassimo in quarta posizione, avremmo comunque diritto a ben quattro club direttamente qualificati ai gironi di Champions. Dopo l’allargamento a tutti i costi voluto da Platini, la Uefa ora torna a proteggere i club dei campionati più importanti. Solo scivolando in quinta posizione ora, dietro anche alla Francia (al momento ferma a 48.748 punti), ci ritroveremmo con meno di quattro squadre qualificate per la massima competizione continentale per club.
Dunque ora il mantenimento del terzo posto nelle gerarchie europee ha un valore simbolico e di prestigio, comunque importante anche per attirare i campioni nel nostro campionato. Questa sera con il turno di Europa League toccherà a Lazio, Milan e Atalanta difendere il terzo posto dall’assalto tedesco, guidato da Hertha, Colonia e Hoffenheim.
Davide Romano
Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta