Il Primato Nazionale mensile in edicola

Washington, 14 ott – Non è ancora certo il risultato delle elezioni presidenziali che si terranno a novembre negli Stati Uniti, ma una cosa è sicura: il titolo di troll va a Donald Trump, re incontrastato di una comunicazione digitale assai poco istituzionale ma molto efficace. A riprova di questo, il tycoon ieri sera ha twittato una assai evocativa immagine che ritrae il volto del suo sfidante Joe Biden sul corpo di un anziano in sedia a rotelle, circondato da altri anziani in quella che sembra a tutti gli effetti la sala di una casa di riposo. A fugare ogni dubbio in merito, l’esplicita frase che campeggia sotto la foto: Biden for (P)resident, con la «P» sbarrata. Un gioco di parole che descrive il candidato democratico un soggetto da ospizio. Il tweet ha fatto registrare numeri da record, con oltre 134.000 condivisioni e oltre 412.000 mi piace, confermando il fiuto comunicativo del Presidente il quale, come noto, molto spesso, gestisce in prima persona i suoi social.

D’altronde la narrazione di Trump fino ad oggi non è stata parca di simili «complimenti» nei confronti di Biden, ricorrendo a nomignoli come sleepy (addormentato) oppure dumb guy (beota), sottolineandone i continui vuoti di memoria e le ripetute gaffe. A dire il vero la differenza di età tra i due non è poi così marcata, visto che Trump ha 74 anni e risulta essere il più anziano Presidente eletto della storia statunitense, mentre il suo rivale ne ha 77: ma più che mera questione anagrafica, Trump ne fa una questione di carattere e di contegno energetico. Non a caso l’attuale presidente, di recente alle prese con la sfida della positività al coronavirus, ha tenuto a rimarcare, anche simbolicamente, la sua forza – non solo d’animo ma anche fisica.

A dire il vero però, la mossa comunicativa di Trump questa volta potrebbe anche rivelarsi un potenziale autogoal: infatti, a quanto pare, la popolarità di Biden tra gli over 65 è in costante crescita e la percentuale degli anziani che preferiscono il candidato democratico al Presidente repubblicano in carica oscilla dal +27% di una recente rilevazione statistica del Wall Street Journal al +21% della Cnn. Naturalmente appare difficile che Trump si curi di questo singolo aspetto, e al contempo risulta evidente come egli preferisca radicarsi ancora di più presso altre fasce di popolazione.

Cristina Gauri

1 commento

  1. Sembrerebbe rappresentare che con Biden si termina sulla sedia a rotelle più facilmente… Interessante ma bisogna spiegarne i motivi.

Commenta