Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 11 ago – “La nave anti migranti in avaria soccorsa da una Ong”, così titolava La Stampa due ore fa. “In avaria la ‘nave nera’ anti-migranti degli estremisti di destra: soccorsa da una Ong”, così titola La Repubblica, giusto per evidenziare provocatoriamente chi sono i buoni che soccorrono finanche i cattivissimi razzisti. Peccato che siano titoli degni delle peggiori fake news. La Sea-Eye, nave dell’omonima Ong tedesca utilizzata per “salvare i migranti”, si trovava nelle acque internazionale tra Libia e Tunisia, esattamente come l’imbarcazione C-Star di Defend Europe. Quest’ultima, secondo la Ong tedesca, aveva lamentato un’avaria e inviato un messaggio “Pan Pan” al Centro di coordinamento dei soccorsi di Roma. “Essendo la Sea Eye la nave più vicina alla C Star ci è stato chiesto di intervenire”, specificano i tedeschi. La nave di Defend Europe ha però rifiutato il soccorso specificando di non avere bisogno di aiuto, come spiegato poi alla Reutersa dal presidente di Sea Eye Michael Buschheuer.

Sangue di Enea Ritter

La stessa C-Star ha comunicato via internet di aver avuto un problema tecnico di lieve entità durante la notte ma che “il problema sta per essere risolto”. “La C-Star – scrive Defend Europe – è incorsa in un problema tecnico di lieve entità durante la notte. Al fine di risolverlo prima che la nave entrasse in zona Sar e navigasse in prossimità di altre imbarcazioni, il motore principale si è spento». Questo, prosegue «comporta che per il regolamento internazionale per prevenire abbordi in mare (Colreg), l’imbarcazione è considerata «senza comando», e ciò è stato comunicato alle navi in prossimità, conformemente al regolamento”.

Black Brain

Intanto però è stata diffusa la notizia, evidentemente falsa, che la nave anti migranti è stata soccorsa da una Ong. Ed ovviamente Repubblica rincara la dose, citando deliranti comunicati di un fantomatico “Collettivo contro la C-Star in Tunisia”: “Rigiriamo contro di loro lo slogan dell’operazione Defend Europe: che se ne tornino a casa, qui non sono i benvenuti! In Egitto, in Grecia e anche in Sicilia, gruppi di cittadini/e antirazzisti/e hanno già debellato i tentativi d’approdo della C-Star e ridicolizzato la sua propaganda. Si stanno avvicinando alle coste tunisine, allora facciamo la stessa cosa qui! Defend Europe – go home!”.

Alessandro Della Guglia

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. …forse non lo sapete, ma c’è una regola del mare che obbliga, chi riceve soccorso, a cedere al soccorritore una percentuale sul valore dell’imbarcazione salvata….A pensar male….

Commenta