Daniele-BruniRoma, 6 ott – Daniele Bruni, ventottenne portiere della squadra di calcio di Cerveteri, è in fin di vita al Policlinico Gemelli di Roma, dopo essere stato investito davanti al proprio stadio. L’episodio è accaduto ieri, intorno alle 16.30, poco prima dell’allenamento dell’ASD Città di Cerveteri. Bruni, appena sceso dalla propria auto, è stato investito da un furgone che trasportava legna, guidato da un cittadino rumeno di 55 anni risultato positivo all’alcol test.

Dopo l’incidente il rumeno è stato portato via dalle forza dell’ordine, per difenderlo dalla rabbia dei passanti che avevano assistito alla scena e che erano accorsi per soccorrere Bruni, trasportato poi con l’elisoccorso al Policlinico Gemelli, dove è stato sottoposto ad un delicato intervento. Gli attestati di solidarietà sono arrivati appena la notizia è stata diffusa; il primo è stato quello della squadra del portiere originario di Ladispoli: “Tutta la A.s.d. Città di Cerveteri si stringe attorno a Daniele Bruni ed alla sua famiglia in queste ore piene di incertezza e paura. Daniele è sempre stato un ragazzo forte, un vero numero uno, dentro e fuori dal campo. Supererà anche questa!”.

Ettore Maltempo

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta