Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 26 feb – Mentre il bilancio delle vittime del coronavirus sale a 12, dalla Capitale arrivano buone notizie. “La donna cinese ricoverata dal 30 gennaio all’Istituto Spallanzani che è stata, insieme al marito, il primo caso in Italia, è negativa a Covid-19″, si legge in una nota dell’assessore alla Sanità e integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Sangue di Enea Ritter

La paziente di Wuhan, che con il marito si trovava in vacanza a Roma alloggiando all’Hotel Palatino, aveva manifestato i primi sintomi il 30 gennaio. La coppia era stata trasferita immediatamente allo Spallanzani; alcuni giorni dopo le condizioni generali dei due si erano aggravate, rendendo necessario il trasferimento in terapia intensiva. Dopo diverse settimane di ricovero in rianimazione, la donna è stata trasferita in reparto dove rimarrà sotto osservazione per qualche tempo. “La coppia è attualmente ricoverata in degenza ordinaria – si legge nel bollettino – La donna è stata trasferita oggi dalla rianimazione in reparto in condizione cliniche in chiaro miglioramento, vigile e orientata. Ieri, per la prima volta dal ricovero, sono risultati negativi i test per la ricerca del nuovo coronavirus”.

Black Brain

Anche le condizioni del marito sono in netto miglioramento: “ricoverato in regime ordinario, prosegue con successo la riabilitazione”. Lo riferisce anche l’assessore D’Amato: “Stamani durante una visita all’ospedale ho visto anche il marito che è in ottime condizioni“. Pochi giorni fa si era verificata la guarigione del ricercatore 29enne rientrato da Wuhan e risultato positivo ai tamponi durante la quarantena alla Cecchignola a inizio febbraio. Venerdì scorso, il direttore sanitario dell’Istituto nazionale per le malattie infettive, Francesco Vaia, aveva annunciato che il 29enne “è ormai risultato persistentemente negativo ai test per la ricerca del nuovo coronavirus”. Nel bollettino medico diffuso dallo Spallanzani si attestano anche le condizioni degli altri degenti: “Sono stati valutati, ad oggi, presso la nostra accettazione 140 pazienti. Di questi, 101, risultati negativi al test, sono stati dimessi. 39 sono i pazienti tuttora ricoverati”.

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta