Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 11 mar – Non possono mettere in piedi rivolte o evasioni come a San Vittore o Poggioreale, ma sono a tutti gli effetti anche loro “un esercito di piccoli prigionieri”. La questione coronavirus riguarda infatti anche le migliaia di minori “ospiti” delle case famiglia su tutto il territorio nazionale, ma al tempo della grande attenzione mediatica per l’epidemia la loro condizione rischia di finire in un cono d’ombra.

“La Giusta Difesa” si appella al governo

Per questo l’avvocato Monica Nassisi, presidente dell’associazione “La Giusta Difesa” ha lanciato un appello alle istituzioni: “Liberate i minori in casa famiglia. Un esercito di piccoli prigionieri innocenti è in pericolo a seguito della diffusione del contagio da coronavirus. Sono i bambini collocati in casa famiglia, sottratti ai genitori, per motivazioni che nulla hanno a che vedere con la violenza, i maltrattamenti o i crimini. Ci sono figli di mamme vittime di violenza, di genitori troppo conflittuali, di genitori troppo amorevoli, di genitori che che non hanno fatto seguire diete e sport”.

Giorgia Meloni intervenga

“Questi bambini”, prosegue l’avvocato Nassisi, “sono in pericolo e sono privati anche dei colloqui settimanali con i genitori. Mi appello al governo perché adotti provvedimenti che facciano tornare a casa questi bambini, “ingiustamente detenuti” e terribilmente spaventati. Mi appello a Giorgia Meloni e a tutta l’opposizione affinché si faccia portavoce degli interessi di questi piccoli innocenti. Nel frattempo si mettano a disposizione delle case famiglia dispositivi elettronici, che consentano di effettuare video chiamate tra i piccoli e i loro genitori”.

Davide Di Stefano

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. la verità è una sola queste piccole vittime sono nel dimenticatoio da parte di tutti, politicanti, attori, calciatori, conduttori ,cantanti SINDACATi ,vaticano ecc,ecc, nessuno si preoccupa se in quelle orribili case famiglia si rispettano le misure igienico sanitarie, come mangiano e se mangiano,,,,perché tutti ma proprio tutti parlano(((giustamente))) di anziani, di animali, di detenuti ecc, ma di queste anime innocenti mai,,perché questo silenzio assordante??? è vergognoso chi di dovere intervenga, li aiuti, li liberi, li ascolti perché non bisogna affidarsi alle false relazioni dei vari professionisti e gestori ci sono sporchi interessi sulla pelle dei bimbi e la loro rovina per il futuro……non rendetevi complici di chi è causa della loro infelicità e spensieratezza della loro età((((bibbiano è in tutta italia))))))

Commenta