meduri anas
L’ex sottosegretario alle Infrastrutture Luigi Giuseppe Meduri

Roma, 22 ott – La Guardia di Finanza sta eseguendo in queste ore, su richiesta del Gip del Tribunale di Roma, una serie di misure cautelari nei confronti di dirigenti Anas e imprenditori. Oggetto delle misure restrittive anche un ex sottosegretario.

Anas: si indaga per corruzione

Sono in totale dieci le custodie cautelari richieste, “sulla scorta degli elementi di reità acquisiti nel corso delle indagini”. Le indagini – ribattezzate “Dama Nera” – riguardano casi di corruzione attorno all’ente che gestisce l’intera rete delle strade statali oltre a consistenti tratti autostradali soprattutto nel meridione. L’inchiesta riguarda soprattutto alcuni appalti, assegnati dall’Anas, sui quali gravitano sospetti, oltre che di corruzione, anche di associazione per delinquere e di voto di scambio. Agli arresti sono infatti finiti anche alcuni imprenditori titolari di società che nel passato si sono aggiudicate gare di appalto per contro dell’agenzia.

Agli arresti l’ex sottosegretario Meduri

Fra gli arrestati, il nome di spicco è quelli di Luigi Giuseppe Meduri. Presidente della regione Calabria dal 1999 al 2000, deputato del gruppo Margherita-l’Ulivo nel quinquennio successivo, dal 2006 al 2008 fu, nel breve governo Prodi, sottosegretario alle Infrastrutture, ministero all’epoca guidato da Antonio Di Pietro. Attualmente Meduri è membro dell’assemblea nazionale del Pd.

 

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here