Roma, 15 feb – Oggi è il giorno dei controlli sul posto di lavoro: scatta infatti l’obbligo di super green pass per i lavoratori over 50, pubblici e privati, per i quali è scattato l’obbligo vaccinale. L’ennesima restrizione – e l’ennesima discriminazione per i non vaccinati – mentre in Europa si allentano le misure anti Covid, visto che la pandemia è agli sgoccioli. Un obbligo che come è stato detto anche dalla leader di FdI Giorgia Meloni è “semplicemente delirante“. Una follia targata Speranza che colpisce chi lavora.

Oggi scatta l’obbligo di super green pass per i lavoratori over 50

Mentre impazza la polemica, con esperti e politici divisi sull’opportunità di imporre una restrizione simile, da oggi chi ha più di 50 anni e un lavoro, senza il super green pass (vaccinati o guariti) non potrà presentarsi in ufficio o in azienda. Senza certificazione scatta la sospensione dal lavoro (e il congelamento dello stipendio). Oltre alle multe, previste anche per i datori di lavoro che non fanno i controlli.

Ma di che numeri stiamo parlando? Nell’ultimo rapporto della struttura commissariale del generale Figliuolo i non vaccinati over 50 (al netto dei guariti) sono rimasti 1,4 milioni. Ma un buon 10% almeno sarebbe esente dall’obbligo per patologie che sconsigliano la vaccinazione, dunque circa 150mila. Altri 700-800 mila, secondo alcune stime, non lavorano: sono disoccupati, inoccupati e pensionati che non sono titolari di un contratto da dipendente. Dunque, seppur non vaccinati, non rischiano la sospensione dal lavoro (e dello stipendio). Pertanto i dipendenti che rischiano una sanzione (dai 600 ai 1.500 euro), potrebbero essere non più di 350-400mila, secondo alcune proiezioni delle regioni.

Una discriminazione inaccettabile e inutile

Persone che senza vaccino non potranno più lavorare. Una discriminazione inaudita e inaccettabile oltre che assolutamente inutile. Sì, perché il governo si ostina a costringere chi non si è ancora vaccinato (una percentuale risibile ormai) quando con la variante Omicron ormai persino la vaccinazione è inutile. Tanto che è spuntata la regola – altrettanto folle – del super green pass con due dosi di vaccino più guarigione. Questo perché l’ultima variante si è diffusa molto rapidamente perché molto contagiosa ma praticamente benigna, come ha spiegato Francesco Vaia, direttore dello Spallanzani.

Persino il commissario Ue Paolo Gentiloni boccia gli obblighi vaccinali

Persino a Bruxelles, persino un dem come Paolo Gentiloni ormai guarda all’Italia come un posto dove ci si accanisce esageratamente sui cittadini con le misure anti Covid. “La discussione sulla vaccinazione obbligatoria contro il Covid-19 era giustificata mesi fa. Ma non credo che ora sia il momento di discutere di vaccini obbligatori“, ha detto il commissario Ue all’Economia. Gentiloni ha sottolineato che con la variante Omicron “nel complesso, il numero di decessi e di ricoveri sta diminuendo in modo significativo”, precisando che ogni governo dovrebbe esaminare da sé la questione della vaccinazione obbligatoria. Ricordiamo che Gentiloni è del Pd, ossia il partito che più si ostina a imporre restrizioni e obblighi, spalleggiando il ministro della Salute Roberto Speranza (a sinistra del Pd).

Meloni: “Gentiloni manda in soffitta l’obbligo vaccinale. Vale anche in Italia?”

A ricevere l’assist di certo involontario del commissario Ue è proprio la Meloni. “Gentiloni manda in soffitta l’obbligo vaccinale. Vale anche in Italia?”. Interviene pure Matteo Salvini: “Ormai i guariti sono più di 10 milioni, i numeri della pandemia stanno calando in tutto il mondo. Spero che il 31 marzo, con la fine dell’emergenza, si superino tutti gli obblighi. Siamo fra i più vaccinati, non possiamo essere quelli che hanno più restrizioni“, fa presente il leader della Lega (che sta al governo con il Pd).

Intanto, però, fino al 31 marzo, data in cui scadrà lo stato di emergenza sanitaria, è praticamente escluso che cambierà qualcosa. Per non parlare dei poveri lavoratori over 50: l’obbligo vaccinale resterà in vigore fino al 15 giugno.

Adolfo Spezzaferro

La tua mail per essere sempre aggiornato

6 Commenti

  1. l governo vuole il 100% degli italiani con green pass per il controllo digitale di ogni nostro pagamento e movimento.Hanno avuto questo ordine dai loro padroni stranieri della finanza predatoria massonica oligarchica che nel piano del grande reset vuole imporre il controllo biologico(punture continue) e digitale (qr code) di tutti.

    La scusa per ottenere il 100% della popolazione con qr code è il “vaccino”.E’ una scusa dato che il prodotto non è attivo sulle varianti attuali e poichè della salute nostra non interessa niente visti le centinaia di ospedali chiusi in questi anni e la elevata tossicità e mortalità dei prodotti genici sperimentali.

    Il governo non puo’ non conoscere l’elevata tossicità e mortalità che producono questi veleni genici.Siamo a 60 mila morti sospette denunciate(che rappresentano una minima parte del reale) alle autorità EMA europea e VAERS degli USA oltre a milioni di effetti collaterali di cui 1 milione invalidante.
    Di conseguenza questo è un governo che commette il crimine di strage e và indagato insieme agli altri compagni di merenda

    Si consiglia una lettura sul perchè insistono nella strage;
    da; comedonchisciotte.org
    titolo;Il motivo ESATTO del perché DEVI cedere all’inoculazione… Per esistere socialmente!

    “………Quando vai dal negoziante e usi il GP è possiblile connettere il tuo smartfogn al codice MAC che emette il tuo corpo e realizzare una sorta di tracciamento fisico, non solo dei tuoi spostamenti, ma di qualsiasi cosa tu stia facendo. Questa estrazione di dati, moltiplicherebbe il flusso, diventando di fatto una traccia per ogni tuoi comportamento e pensiero che una I.A. non avrebbe difficoltà a leggere e interpretare. In questo modo possono essere compilate liste di probi e reprobi per qualsiasi cosa. Dai permessi agli ingressi che possono così essere automatici, all’uso dei servizi a prescindere da quali. Anche il PC che avete in casa. Resistere a quel punto è impossibile, qualsiasi cosa si faccia, l’unica scappatoia è rinunciare al malefico cellulare, perché? Banale Watson, perché il segnale generato da un interfaccia iniettata è debolissimo e deve avere per forza un ripetitore vicino al corpo, che è il tuo smartfogn che ti sei comperato magari a rate per avere l’ultimo modello. Ma per poterlo “agganciare” devi usarlo………….”

  2. Sfortunatamente sono in malattia, e purtroppo non è che ci sto per scherzo, una paresi – la seconda da settembre – quindi delle loro cazzate incostituzionali contro la vita del singolo, valore fondamentale e pertanto preminente anche rispetto agli interessi collettivi, al momento non mi frega di meno.

Commenta