frecciarossaRoma, 23 sett – Progettato negli stabilimenti di Pistoia e Vado Ligure (Savona) da AnsaldoBreda e Bombardier, il Frecciarossa 1000 rappresenta un gioiello ingegneristico tutto italiano ed entrerà in servizio il prossimo anno sulla rete alta velocità italiana. Il Frecciarossa 1000 è l’emblema dell’eccellenza tecnologica e stilistica italiana, ogni sua qualità punta al top. Veloce, confortevole, ecologico, sicuro, il Frecciarossa 1000 è completamente interoperabile, capace di viaggiare su tutte le linee Alta Velocità dell’Unione Europea e accorciare sempre più le distanze, in Italia e in Europa.

Il supertreno d’Europa, capace di toccare la velocità di 400 chilometri orari, è stato presentato oggi in anteprima mondiale alla Fiera internazionale di Berlino. A fare gli onori di casa, nell’area riservata al Frecciarossa 1000, dove il nuovo convoglio potrà essere visitato fino al 26 settembre, i Vertici di FS Italiane, l’amministratore delegato del Gruppo Michele Mario Elia, Vincenzo Soprano, ad di Trenitalia e Maurizio Gentile, amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana.  Alla cerimonia erano presenti per Bombardier Transportation il Presidente e CCO Lutz Bertling e, per le due case costruttrici, gli ad Maurizio Manfellotto di AnsaldoBreda e Luigi Corradi di Bombardier Transportation Italy.

Frecciarossa 1000 arriva a Berlino in una composizione a 4 vetture, mentre quella commerciale sarà a 8 vetture. La composizione in mostra consentirà ai visitatori di scoprire gli interni del supertreno e apprezzare il comfort e l’eleganza degli allestimenti che connoteranno i livelli di servizio Premium, Business ed Executive, oltre a quello della carrozza bistrò, novità assoluta del Frecciarossa 1000. La configurazione definitiva comprenderà anche il livello Standard.

Il Frecciarossa 1000 è ormai pronto al suo esordio commerciale, sulla rete Alta Velocità italiana, (primavera estate del 2015) e per questo rappresenta ancor più una storia di recordProgettazione e produzione, infatti, si sono realizzate in tempi rapidissimi. A marzo 2013  esce dallo stabilimento AnsaldoBreda di Pistoia il primo Frecciarossa 1000 in  composizione ridotta. A luglio, dai capannoni di Vado Ligure della Bombardier, il  nuovo treno si presenta nella sua composizione finale di 8 vetture. A settembre 2013  iniziano le prove dinamiche con viaggi tra Vado Ligure e Savona Parco, proseguite  poi sul circuito di Velim in Repubblica Ceca. Due mesi dopo in Campania i primi test  sulla rete convenzionale. E da gennaio 2014 il Frecciarossa 1000 corre nottetempo  sulla linea Alta Velocità Napoli – Roma e Bologna – Milano per completare l’iter di  omologazione e certificazione.

Renato Montagnolo

Scheda Tecnica dal sito Trenitalia

[spoiler]

VELOCE 

Capace di una velocità massima di 400 km/h, di una velocità commerciale di 360 km/h, e di un’accelerazione allo spunto di 0,7 m/sec2, il Frecciarossa 1000 si distingue per i suoi 16 potenti motori, distribuiti su tutte le 8 carrozze, che ne fanno un treno a trazione distribuita, capace di sfruttare sempre al meglio l’aderenza ai binari. Dotato di speciali carrelli, che gli conferiscono un assetto tale da controbilanciare sempre adeguatamente le forze centrifughe dell’AV, il Frecciarossa 1000 vanta un ottimo rapporto massa/potenza, ottenuto grazie alle particolari leghe leggere utilizzate per le casse dei veicoli e per gli arredi. Ogni suo singolo dettaglio, a partire dal profilo della testata, è stato studiato ed affinato per ridurre la resistenza aerodinamica, garantendo sempre sicurezza e comfort, per macchinisti e viaggiatori.

SICURO 
Il Frecciarossa 1000 raggiunge il top anche in fatto di safety, perché fornito del più evoluto sistema tecnologico di controllo della marcia del treno, l’ERTMS/ETCS, che elimina la possibilità di errore umano, monitora istante per istante il viaggio e interviene in automatico, in caso di necessità. Le sue apparecchiature di segnalamento di bordo integrano i differenti sistemi gestionali nazionali con quelli unificati a livello europeo, assicurando quindi, sempre e in ogni Paese, la massima sicurezza. 
La sua sicurezza deriva anche dalla massima affidabilità conseguita grazie a un sistema di diagnostica predittiva che controlla tutti gli impianti di bordo e trasmette ogni informazione utile al personale sul treno, alle sale operative, ai centri di manutenzione. Così da rendere tempestiva ed efficace la gestione di eventuali anormalità. 
Ed è infine sicuro per i materiali adottati, per la distribuzione e conformazione degli spazi interni, per la sua ottima accessibilità garantita da 32 porte di entrata/uscita. 
ECOLOGICO 
Il Frecciarossa 1000 è il primo treno AV al mondo ad avere ottenuto la certificazione di impatto ambientale (EPD), perché riesce a contenere in 28 grammi l’emissione di CO2 a passeggero chilometro. Un risultato che si spiega grazie alla sua ridottissima resistenza aerodinamica, all’ottimo rapporto massa/potenza e al conseguente risparmio energetico. Prestazioni di eccellenza anche in fatto di abbattimento dei livelli di rumorosità, riduzione delle vibrazioni, scelta dei materiali: riciclabili e riutilizzabili quasi al 100%. 
COMODO ED ELEGANTE 
Nel Frecciarossa 1000 ogni dettaglio è stato curato con un riguardo particolare al comfort e alla qualità del viaggio: adeguata fruibilità di tutti gli spazi, ampiezza dei corridoi, sedili ergonomici, insonorizzazione acustica, luci a led, climatizzazione ambientale, accessibilità di persone a ridotta mobilità, monitor di bordo, prese di corrente per PC, connessione wifi. E vibrazioni pressoché inesistenti, in virtù delle particolari sospensioni di cui sono dotati i carrelli. Frecciarossa 1000 offre ai passeggeri ambienti eleganti e raffinati, contraddistinti dal design Bertone, e la scelta tra quattro diversi livelli di servizio (Executive, Business, Premium e Standard), una sala meeting in Executive e la possibilità di optare per i salottini vis-à-vis in Business, Premium e Standard.[/spoiler]

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here