Il Primato Nazionale mensile in edicola

Milano, capoluogo lombardo, è una metropoli che conta poco meno di un milione e mezzo di abitanti. Con la sua movida inarrestabile, i suoi ritmi frenetici e la rinomata vita notturna, Milano è una delle città italiane che vede migliaia di trasferimenti e nuovi residenti ogni anno.

Tuttavia, va detto che, allo stesso tempo, altrettante migliaia di persone si spostano dal centro della metropoli lombarda verso le zone provinciali. Come vedremo infatti, i motivi non mancano, e sono tutti riconducibili ad alcuni -oggettivi- vantaggi.

Perché scegliere la provincia di Milano

Vivere nell’hinterland milanese è il giusto compromesso tra una vita serena e tranquilla, e la possibilità di usufruire della completezza della città di Milano. In altre parole, si tratta di una scelta che, ovunque la si guardi, non va a sacrificare nessun aspetto della quotidianità.

Prima di cominciare però, è essenziale chiarire subito un aspetto che, per certi versi, potrebbe “spaventare”. Stiamo parlando della quantità di case, appartamenti o loft presenti nella provincia di Milano. Quest’ultima, si sa, dal punto di vista immobiliare è una certezza, ma altrettanto si può dire per l’hinterland.

Come ben evidenzia Bee The City, i comuni in provincia di Milano dove acquistare casa sono oltre 130. In altre parole, il ventaglio d’offerta è davvero molto ampio sia per quanto riguarda le zone stesse, sia per la quantità di immobili disponibili.

Tutti i vantaggi

Fatta questa premessa, adesso possiamo concentrarci sugli aspetti positivi di spostarsi leggermente fuori Milano. Come prima cosa, è doveroso sottolineare il cambio della qualità dell’aria. Nel capoluogo lombardo, infatti, il livello di inquinamento e di polveri sottili è molto elevato.

Nei paesi provinciali, invece, dal momento che il numero degli abitanti è ridotto, e che non vi è la frenesia lavorativa che caratterizza Milano, l’aria è molto più pulita. Allo stesso tempo, anche sui mezzi di trasporto si riesce a vivere una situazione più rilassata, senza lunghe attese e, soprattutto, senza passare il viaggio attaccati l’un l’altro.

L’hinterland milanese si contraddistingue anche per la ricchezza degli spazi verdi, cosa che, invece, è molto carente all’interno della cerchia ristretta della città. Più in generale, possiamo dire che vivere nella provincia di Milano è sinonimo di serenità, tranquillità e relax.

Tuttavia, c’è un ulteriore vantaggio da sottolineare: i prezzi ridotti. Qui facciamo riferimento sia agli immobili stessi, sia al costo della vita in generale. Secondo un’indagine del Codacons, infatti, Milano risulterebbe essere la città più costosa d’Italia.

In effetti, a Milano tutto costa caro: mezzi di trasporto, parcheggi, immobili, vita sociale e, purtroppo, anche la spesa alimentare. Il capoluogo lombardo, però, non è solamente un elenco di limiti e aspetti negativi, e a dimostrarlo è la quantità di persone che ogni anno ci si trasferisce.

Certo è che, prima di muovere la propria vita tra le mura milanesi, è bene fare i conti con tutti i fattori che caratterizzano la vita in città. Se il “risultato finale” non desse esito positivo, allora si potrà realmente valutare l’hinterland milanese, ormai ben collegato al cuore del capoluogo lombardo.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Ho ben compreso lo “spirito” dell’ articolo ma perché i milanesi devono continuare ad essere sempre più espulsi dal centro di Mi?!
    Non ne sono rimasti molti. E al piattume-mortorio e alla omologazione dell’ hinterland obbligato non è meglio preferire la vera campagna, la vera montagna, il vero lago, fiume, mare, o no? Meglio schiavi della natura che del uomo speculatore.

Commenta