Roma, 25 dic – Se volessimo scommettere sulla sua impareggiabile arguzia, diremmo che collezionare figuracce è l’hobby preferito da Joe Biden. Un modo per non prendersi troppo sul serio, fingendo di scoprire il fianco ai suoi detrattori anche quando viene insultato. Invece il presidente degli Stati Uniti non si accorge proprio di inciampi e frecciate in cui si imbatte a ogni piè sospinto. Prova ne è il “vaffa” rimediato da un sostenitore di Donald Trump durante una videoconferenza. Una frase in codice che il leader della Casa Bianca non ha colto, pur essendo ormai celebre negli States.

Biden, insultato e contento

Spieghiamo allora quanto accaduto. Biden, insieme alla moglie Jill, come da tradizione Usa stava rispondendo in diretta ad alcune telefonate sulla linea speciale messa a disposizione dal Norad, il Comando di difesa aerospaziale nordamericano. Una sorta di ricorrenza annuale, con il presidente americano che segue il viaggio virtuale di Babbo Natale. Biden ha scambiato due parole con dei bimbi sui regali da loro chiesti, esortandoli poi ad andare a letto prima di mezzanotte. Simpatico siparietto in tipico stile americanata natalizia.

Poi ha parlato con il padre dei bambini, augurandogli “un meraviglioso Natale”. L’uomo ha risposto normalmente al presidente: “Auguro anche a lei un meraviglioso Natale”. Per poi aggiungere: “Let’s go Brandon”. A quel punto Biden, imperturbabile e sorridente, ha replicato: “Sono d’accordo”, mentre la moglie Jill sgranava gli occhi evidentemente imbarazzata. Come mai? Perché “Let’s go Brandon” è una frase in codice utilizzata dai sostenitori di Trump e significa: “Fu** Joe Biden”. E’ insomma un modo per mandare a quel paese il presidente dem.

“Let’s go Brandon”

Per l’esattezza “Let’s go Brandon!” è divenuta popolare a ottobre scorso, in seguito a un episodio avvenuto sul circuito automobilistico della Nascar. Durante un’intervista al vincitore della gara di Talladega, il pilota Brandon Brown, dagli spalti si alzò un coro esplicito: “Fuck Joe Biden”. La giornalista che stava intervistando il pilota non colse l’insulto, credendo che i tifosi stessero gridando “Let’s go Brandon”. Da allora quella frase in codice è stata adottata dai sostenitori di Trump ed equivale di fatto a un’offesa a Biden. Peccato che il presidente Usa non se ne sia accorto, anzi: “è d’accordo”.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Faccio un piccolo appunto correttivo. Se vedete il video della Nascar il giornalista e il pilota avevano capito benissimo quello che stavano gridando dagli spalti, infatti rimasero per un po in silenzio e in evidente imbarazzo. Solo allora la giornalista se ne uscì con “Let’s go Brandon”, per dire “Andiamo avanti, cerchiamo di non far sentire ai tele spettatori quello che sta accadendo”. Infatti la frase è anche un modo per scherzare sull’ipocrisia dei media.

Commenta