Washington, 10 ott – Intervenendo in audizione al Senato, il generale dell’esercito Lloyd James Austin ammette che l’impegno americano nell’addestramento e formazione di ribelli in Siria si è rivelato un fallimento su tutta la linea. A domanda della senatrice del Nebraska, Deb Fischer, che chiede: “Generale Austin, il senatore Carter, a luglio, disse che solo 60 combattenti siriani sono stati formati nell’ambito del nostro programma di addestramento.

Abbiamo sentito di attacchi nei loro confronti quando questi sono stati reinseriti in Siria: può dirci qual è il totale dei combattenti che sono rimasti?”, la risposta del generale – visibilmente imbarazzato – è laconica: “E’ un numero basso, coloro che stanno combattendo sono circa quattro o cinque“.

https://www.youtube.com/watch?v=_9KnKNwTfu0

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta