Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 3 gennaio – Se sono arrivate dilazioni ‘politiche’ e alleggerimenti sul prelievo su plastica, bevande zuccherate, auto aziendale, non è stato fatto alcuno sconto da parte del Governo per quanto riguarda l’aumento delle tassazioni sui giochi. Del resto, tradizionalmente, il gioco costituisce da anni la gallina dalle uova d’oro buona per tutte le stagioni, buona per aggiustare manovre finanziarie colpendo un pubblico che tradizionalmente, un po’ come quello dei fumatori, non protesta e si può quindi colpire senza alcuna protesta dei cittadini. Del resto, si possono giustificare gli aumenti con l’obiettivo nobile della ‘lotta alla ludopatia’: una tassa etica che come tutti i prelievi di questo genere ha un problema di fondo, ovvero che se funziona non si ottiene il gettito previsto, e se si ottiene il gettito previsto – come accade quasi sempre – sostanzialmente non ha funzionato. La situazione rispetto a superenalotto o gratta è vinci è migliore per piattaforme online come www.casinomondo.it perché in questo caso le tasse vengono trattenute alla fonte sulle giocate, e non invece applicate alle vincite.

Cosa funziona meglio nel gioco online

Nonostante le continue tassazioni, a giugno del 2019 casinò e giochi on line segnavano un progresso del 12,7% rispetto all’anno precedente, un aumento in effetti impressionante e che conferma quanto le tasse intese come forma di contrasto al gioco di fatto non funzionino. Tra le cose che vanno di più. a quanto riportano le statistiche roulette, blackjack e baccarat ma anche le innumerevoli slot disponibili nei vari siti e sempre più graficamente accattivanti e coinvolgenti. L’unico gioco che segna il passo è il classico poker, che fa registrate un tasso negativo del -10%, fenomeno forse spiegabile con la maggiore incidenza che hanno in un’ottica di gioco di gruppo i prelievi, che vengono raccolti ad ogni singola mano e finiscono per rendere sempre minori i margini di guadagno anche dei professionisti. Nonostante il calo fatto registrare, tuttavia, in termini assoluti, il classico poker rimane il gioco di carte più diffuso nelle piattaforme italiane.

I nuovi giochi che si stanno diffondendo

Nel frattempo, si diffondono anche nuovi giochi e nuovi trend. Tra i primi, fanno capolino le videolotterie, già abbastanza diffuse in America ma in crescita solo ora nel nostro Paese, e i giochi live, che permettono la partecipazione in tempo reale. Tra i trend, sicuramente degno di nota quello della realtà aumentata e della tecnologia Magic Leap, che si fonda su immagini tridimensionali. Due caratteristiche, quelle della realtà aumentata e della tridimensionalità, che sono destinate a crescere potenzialmente nei prossimi anni. Accanto a ciò, cambiamenti stanno arrivando nei metodi di pagamento. Sempre più sono infatti le piattaforme e i casinò che accettano le criptovalute, da molti invero preferite anche perché sostanzialmente non tracciabili. Insomma, tasse o non tasse, gli italiani continuano a rimanere un popolo di giocatori. Importante è però non sconfinare nel mai abbastanza deprecato fenomeno della ludopatia.

Cristiano Coccanari

Commenta