Stiamo attraversando un periodo storico molto complesso, con eventi che stanno letteralmente cambiando il mondo. Una delle parole più ricorrenti in questi ultimi mesi è inflazione. I suoi effetti sono tangibili e sono sempre più pesanti: se prima gli aumenti riguardavano solo le bollette ed i carburanti, ormai i rincari riguardano ogni tipo di bene, anche (e soprattutto) la spesa di tutti i giorni. Inoltre, il valore dei risparmi viene inesorabilmente “mangiato” dalla fiammata dei prezzi.

Per proteggere il valore dei propri capitali diventa sempre più importante investire nel modo corretto. I soldi che vengono lasciati fermi, con un indice dei prezzi al consumo che sembra non volersi arrestare e che in Italia ha raggiunto il 12%, purtroppo sono esposti all’azione erosiva dell’inflazione. Almeno una quota delle risorse andrebbe investita, ma con molta attenzione: per situazioni del genere devono essere adottate delle precise strategie di trading.

Come avvicinarsi agli investimenti finanziari con l’inflazione alle stelle

Il mondo degli investimenti online è diventato sempre più popolare in Italia in questi anni. Oggi le piattaforme sono molto intuitive ed i depositi minimi iniziali sono alla portata di chiunque: questi due fattori hanno permesso ad un incredibile numero di persone, soprattutto piccoli risparmiatori, di affacciarsi sui mercati finanziari. Ma la facilità di accesso non deve far pensare che il trading online sia un’attività semplice o da prendere sottogamba.

Senza il giusto atteggiamento e senza un’adeguata preparazione non si può andare molto lontano, soprattutto nel campo degli investimenti digitali. A tal proposito, è possibile visitare portali specializzati nell’ambito della formazione finanziaria come, per esempio, Tradingonline.it. Infatti, su questo sito è possibile trovare tutte le informazioni necessarie per muovere i primi passi all’interno dei mercati finanziari.

L’importanza di una strategia di trading anti-inflazione

E a proposito di tecniche, in questo periodo gli investitori stanno cercando di capire quali possono essere le migliori strategie da mettere in atto per superare nel migliore dei modi questo momento contraddistinto da un tasso di inflazione particolarmente alto. A differenza di quanto qualcuno pensava qualche mese fa, la fiammata dei prezzi non è destinata a sparire nell’arco di poco tempo, quindi è necessario prendere delle decisioni per quanto riguarda risparmi ed investimenti.

Proprio in queste ore la presidente della Bce, Christine Lagarde, ha confermato che verranno applicati ulteriori rialzi ai tassi di interesse per poter riportare l’indice verso il livello ideale del 2%. Ma, come confermato dai vertici della Banca Centrale Europea (rea di aver sottostimato il fenomeno durante la sua fase iniziale), si tratta di un obiettivo di medio periodo: ci vuole pazienza, perché le tempistiche non saranno affatto brevi.

Gli asset da seguire con attenzione

Il primo obiettivo dei trader oggi è quello di proteggere il valore del capitale o, quanto meno, di limitare l’effetto dell’inflazione su di esso. Ovviamente sul mercato si possono trovare anche delle opportunità che permettono di speculare sulla situazione, ma la maggior parte delle persone oggi è indirizzata verso strategie difensive. Le opzioni di certo non mancano: una delle soluzioni più consigliate è quella delle obbligazioni corporate di breve durata, che oggi offrono rendimenti importanti.

Ci si può spostare anche verso investimenti di tipo reale: beni rifugio, ma anche infrastrutture e transizione energetica, che sono i settori da seguire con grande attenzione. Sul mercato azionario, i titoli devono essere scelti con estrema cura: le opzioni migliori dal punto di vista difensivo sono rappresentate dalle azioni resilienti, capaci di superare i periodi di crisi senza troppe ripercussioni. Le materie prime meritano di essere monitorate sempre e, tornando sulle azioni, occhio ai titoli che oggi sono a prezzo scontato, ma che in ottica di medio/lungo periodo possono regalare belle soddisfazioni.

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta