Praticato da milioni di persone in tutto il mondo, il poker è uno dei giochi di carte più affascinanti ed entusiasmanti. Le varianti di gioco sono diverse e numerose, ognuna con le proprie regole; conoscerle può essere un ottimo inizio per iniziare a familiarizzare e a fare pratica con il poker.

Spinto anche dalla rapida diffusione dei casinò online, il gioco del poker ha conosciuto uno straordinario aumento di popolarità nel 2003. Non è un caso che proprio in quell’anno un ragioniere di Atlanta pressoché sconosciuto si fosse aggiudicato il montepremi del Main Event alle World Series of Poker (la competizione di poker sportivo più importante al mondo, nota anche con la sigla WOSP). Giocatore occasionale di poker a distanza, il non ancora trentenne Chris Moneymaker (nomen omen, un nome che era un presagio) è riuscito in un’impresa che molti pro ancora sognano, intascando un premio da capogiro di 2,5 milioni di dollari.

Il giovane Chris ha costruito il suo successo partecipando a un torneo di poker online che aveva una quota di iscrizione di appena 39 dollari e che dava accesso ai tavoli della più prestigiosa manifestazione del settore. Sulla scia del suo trionfo, come prevedibile, furono molti i giocatori dilettanti che vollero provare a fare fortuna partendo dal basso.

Il poker online, un fenomeno che continua a crescere

Nonostante il cosiddetto “effetto Moneymaker” sia ormai parzialmente svanito, il poker tutt’oggi continua a essere una forma di svago e di intrattenimento (ma per alcuni anche qualcosa di più) molto apprezzata a livello globale. Tra i giochi di carte, è sicuramente uno di quelli più semplici da imparare, consentendo più o meno a chiunque di diventare un player esperto (a patto di metterci impegno, studio della teoria e tanta pratica). Certo, non tutti approderanno alle celebri World Series Poker, ma se non altro si avrà la possibilità di familiarizzare con una disciplina divertente e stimolante e, nella migliore delle ipotesi, di vincere anche qualche premio in denaro.

Il mercato del poker online, a 19 anni dall’impresa di Chris, continua a essere solido, a generare profitti e ad attirare l’interesse di giocatori di ogni livello. In Italia, ha chiuso l’ultimo semestre del 2021 in positivo, con gli analisti di settore che prevedono un incremento del giro d’affari anche per gli anni a venire.

Prima di sedersi di fronte a un tavolo da poker, in un casinò tradizionale oppure di fronte allo schermo di una poker room virtuale, è sempre bene conoscere se non addirittura padroneggiare le regole del gioco. A questo proposito, è utile ricordare che esistono tantissime varianti di poker, tra cui alcune più apprezzate delle altre. Vediamo dunque quali sono le specialità maggiormente conosciute e popolari tra gli appassionati del gioco di carte più diffuso al mondo.

  • Poker Blast

Data la particolare natura e velocità del gioco, uniche nel suo genere, il poker Blast Sit & Go è forse la variante migliore per imparare a giocare a poker online. Si tratta infatti di un torneo di Texas Hold’em (di cui parleremo tra poco) in modalità super turbo, nel quale si affrontano tre giocatori. Il montepremi jackpot viene sorteggiato in maniera del tutto casuale poco prima che il gioco abbia inizio, e può variare da un minimo di 2 a un massimo di 10mila volte il buy-in (la somma da corrispondere per partecipare al torneo). Il gioco, introdotto da uno dei provider leader del settore online, punta ad essere un’opzione alternativa per gli utenti che non vogliono passare troppo tempo a giocare ad una partita sola. Questo sito, infatti, offre ai suoi clienti la possibilità di accedere alle attrazioni più nuove del mercato e tra queste, al momento, le partite di poker Blast la fanno da padrone, attirando giocatori da tutto il mondo.

Sintetizzando in maniera estrema, si tratta di una partita super veloce in modalità sit & go (tornei di breve durata senza un orario di inizio predefinito, che si svolgono di continuo) a elevato tasso di adrenalina, suddiviso in vari livelli, in cui giocarsi tutto prima del blast finale (il termine del conto alla rovescia).

  • Texas Hold’em

Il Texas Hold’em, o poker alla texana, è la variante più diffusa in assoluto e quella di gran lungo più giocata nelle poker room di tutto il mondo. L’obiettivo è quello di terminare la partita con la miglior mano di cinque carte possibile. Questa è formata dalla combinazione tra due carte coperte (le hole card) distribuite a inizio partita e cinque carte scoperte, girate sul tavolo dal dealer durante le diverse fasi di gioco.

Nello specifico, si parla di round noti come flop (quando vengono girate le prime tre carte comune), turn (il momento in cui viene girata la quarta carte comune) e river (quando il dealer gira la quinta e ultima carta comune). Ogni partita ha inizio con un giro di puntate pre-flop, a cui seguono altri giri di puntate dopo il flop, il turn e il river. Se il gioco raggiunge il giro di puntate al river, tutti i partecipanti ancora in gioco dovranno mostrare le proprie carte.

  • Omaha Pot-Limit

Finora abbiamo parlato di due varianti di poker, il Blast e il Texas Hold’em, non particolarmente difficili da imparare anche per i principianti. L’Omaha Pot Limit (in gergo PLO) è invece un po’ più complesso. Le regole del gioco prevedono che la puntata minima sia pari al grande buio (la puntata minima per partecipare al gioco), mentre il rilancio massimo consentito deve corrispondere alla dimensione del piatto.

Il rilancio minimo non deve invece essere inferiore alla precedente puntata. In parole semplici, se un giocatore rilancia 10 euro, il giocatore successivo dovrà rilanciare 5 euro (per un totale di 10 euro).

Nell’Omaha ogni partecipante riceve quattro carte coperte (fase preflop). Come per il poker alla texana, il dealer mette quindi sul tavolo cinque carte comuni in tre round distinti (flop, turn e river). Vince chi chiude la partita con la migliore combinazione tra due delle quattro carte coperte e le tre carte comuni.

  • 7 Card Stud

Il 7 Card Stud è una delle varianti di poker più amate, che richiede impegno e dedizione per essere appresa al meglio. Si gioca, come suggerisce il nome, con sette carte (quattro scoperte e tre coperte). Ogni partecipante riceve sette carte, con lo scopo di formare la migliore combinazione possibile di cinque carte su sette.

Prima del round iniziale, tutti i giocatori devono fare una puntata minima (chiamata ante) prima di ricevere tre carte (due coperte e una scoperta). Chi riceve la carta scoperta di valore più basso ha quindi l’obbligo di fare una puntata. Il gioco prosegue quindi con round successivi (Fourth Street, Fifth Street e Sixth Street) in cui ognuno riceve una carta scoperta, ad eccezione della settimana che rimane coperta.

  • 5 Card Draw

Le varianti di poker draw sono forse la soluzione migliore per iniziare ad acquisire familiarità con il gioco. Una delle specialità più note è sicuramente il 5 Card Draw. Lo svolgimento del gioco vuole che ogni giocatore riceva cinque carte coperte. Una volta che tutti i partecipanti hanno ricevuto le proprie carte, inizia il primo giro di scommesse. Terminato il primo giro di puntate, coloro che sono rimasti in gioco possono decidere di scartare tutte le carte coperte che desiderano e di pescarne altrettante dal mazzo.

Terminato l’ultimo giro di puntate, tutti i giocatori rimasti mostrano le proprie carte. Il piatto viene vinto da chi termina la partita con la migliore mano di cinque carte.

Conclusioni

Passate in rassegna alcune delle varianti di poker più popolari, non resta che mettersi alla prova e iniziare a giocare. Il modo più semplice è quello di iscriversi su una delle migliori poker room italiane e approfittare dei bonus di benvenuto per cominciare la propria avventura ai tavoli da gioco.

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta