Il Primato Nazionale mensile in edicola

2016-02-16T192509Z_81799729_LR1EC2G1HXMNX_RTRMADP_3_SOCCER-EUROPA-FEN-MOS-kjxC-U1070172042441o5H-1024x576@LaStampa.itIstanbul, 17 feb – Putin con il cappello della Marina e la scritta “il presidente più corretto”. E’ questa la maglietta mostrata alla fine del match di Europa League tra Fenerbahce e Lokomotiv Mosca da Dmitri Tarasov, giocatore russo in forza al Lokomotiv, che ora rischia una squalifica dall’Uefa. “C’è stata una violazione disciplinare ed una chiara provocazione. Il giocatore potrebbe essere squalificato anche per 10 partite”, è quanto dichiarano ad alcune agenzie fonti dell’Uefa. Il giocatore non ci sta e si difende così: “Questo è il mio presidente. Io lo rispetto e ha deciso di dimostrare che sono pronto a sostenerlo ovunque sono. Ho scritto su questa maglietta tutto quello che volevo dire“.



Ma la dichiarazione di amore per il proprio presidente potrebbe non bastare a convincere l’Uefa, che già in passato aveva condannato manifestazioni politiche. Reprimere il sostegno a Putin sarà un’occasione che il politicamente corretto e allineatissimo governo del calcio europeo non si farà sfuggire. E’ chiaro in ogni caso che mostrare il volto di Putin in Turchia, dopo le recenti tensioni tra i due paesi, non è un gesto “casuale” e privo di conseguenze. La tensione è altissima, come testimoniano gli incidenti avvenuti prima del match tra Fenerbahce e Lokomotiv, con gli ultras turchi che non hanno esistato ad attaccare con bottiglie e altri oggetti il pullman della squadra russa, rompendo anche il finestrino. Per la cronaca la partita è stata vinta dalla squadra di casa per 2-0.

Black Brain

 

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Figuriamoci se su you tube vedi lo schifo assoluto e nulla succede se fai presente la storia e pubblichi dei commenti storici con link o prove che toccano per caso il 25 aprile o la shoa o non so di preciso ,senza neanche saper un po’ di storia ti sospendono per due settimane con la minaccia della sospenzione completa senza spiegazione
    E la dittatura era quella Musssolini ?

  2. actually, he’s getting it from livnig outside the USA and talking to a bunch of other people who do likewise.seriously, it’s not that damn hard to connect the dots. y’all invade any country you like, pretty much (so long as, interestingly enough, it does not possess nukes of its own), blatantly strong-arm even more countries than you outright invade (opinions are divided on whether or not you realize that it actually is blatant… but it is, hint hint), and generally behave like the modern-day diplomatic equivalent of the barbian hordes. even your allies you don’t tend to treat very well, unless you’re also deeply in debt to them, c.f. Japan. when you’re not, your notion of “allies” seem to go down the lines of “you do what we tell you, and we ignore your interests”, c.f. the UK.but you’re leaving North Korea alone. even though it’s probably holding all three top spots on the list of countries which on no occasion ought to be left unmeddled with, at this point. and far as anybody can tell, it is only because kim jong crazyface has at least a couple of nukes. us furriners don’t know what two and two may add up to in Washington, D.C., but in the rest of the world that makes four.

Commenta