Il Primato Nazionale mensile in edicola

Logo_doomRoma, 21 mag – Ricordate Doom? Il grande classico creato da id Software che rivoluzionò il genere dei “First Person Shooter”, o degli “sparatutto” come venivano riconosciuti negli anni novanta? A quanto pare è finalmente tornato: in queste ore è stato presentato un brevissimo teaser che annuncia la prossima uscita di un nuovo capitolo della saga.



Se siete cresciuti nell’ultimo decennio del millennio passato e non avete mai sentito parlare di uno dei videogame di maggior successo – o più semplicemente non siete mai stati trascinati nelle sue segrete demoniache – considerateci sorpresi: il gioco era così popolare durante la metà di quegli anni che il fondatore della Microsoft, Bill Gates, non esitò ad “inserirsi” letteralmente nel gioco per una presentazione aziendale del suo “nuovo” sistema operativo, Windows ‘95.

Da allora, il celebre videogioco ha subito evoluzioni e clonazioni, i cosiddetti “Doom clone”. Diverse sono state le nuove release della saga, fino ad arrivare all’ultimo Doom 3 del 2004. E diverse volte, negli ultimi undici anni, sono più o meno trapelate notizie di una futura uscita.

Finalmente lunedì, qualche anno dopo che lo sviluppo iniziasse, Doom 4 è stato mostrato in un teaser di undici secondi: secondo quanto trapelato il filmato sarebbe una combinazione del gioco così come in fase di sviluppo nel 2012 ed elementi creati ad hoc per la presentazione ufficiale, che avverrà tra qualche settimana all’Electronic Entertainment Expo (noto come E3), celebre fiera di videogames di Los Angeles.

Per quanto riguarda le novità della nuova versione, pare che assumeranno una certa importanza i combattimenti corpo a corpo – cosa che ovviamente ci fa leggermente storcere il naso – e che invece rimarrà inviariata l’ambientazione demoniaca post-apocalittica. Ciò che invece ci preoccupa, ma al contempo incuriosisce, è l’assenza per la prima volta del geniale programmatore John Carmack, il mago della grafica venerato da un’intera generazione di giocatori per Wolfenstein 3D e appunto l’intera saga di Doom.

Che il nuovo marine spaziale riesca ad essere all’altezza delle grandi aspettative dei fan, è solo questione di tempo per scoprirlo. Nel frattempo però, non con una lacrima nostalgica, possiamo sempre tornare ad “ammazzare” l’attesa, e perchè no anche zombi e demoni, con la prima ed irraggiungibile creatura.

Davide Trovato



La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta