Roma, 28 mar – Ieri a Frosinone un ghanese all’interno della cura vescovile ha sequestrato 15 persone e ferito due agenti intervenuti.

Centro di accoglienza

L’immigrato africano è un 25enne originario del Ghana si è inizialmente recato presso il centro di accoglienza per poveri che è stato predisposto proprio nella curia sita in via dei Volsci per essere aiutato ma una volta giunto sul posto ha invece optato per rapinare tutti i presenti. All’interno della struttura erano presenti circa 15 ospiti nonché alcuni volontari: ha così iniziato a intimidire gli astanti per farsi consegnare da loro del denaro.

L’intervento degli agenti

Qualcuno, fortunatamente, ha capito che stava succedendo qualcosa di non lineare nel centro di accoglienza e ha prontamente chiamato le forze dell’ordine, nello specifico il 113. Gli agenti della questura di Frosinone sono immediatamente giunti su luogo del misfatto e, in breve tempo, sono riusciti nell’impresa di liberare le persone rapite dall’immigrato ghanese. Dal canto suo, l’africano non si è arreso facilmente: ha infatti reagito violentemente nei confronti dei poliziotti radunati sul luogo, probabilmente cercando di aprirsi un varco per la fuga. E’ riuscito a ferire due agenti.

Arrestato il clandestino

Tutto si è concluso dunque con l’arresto del clandestino, che è stato scortato presso gli uffici della questura. Ivi è stato identificato e sottoposto a tutte le procedure del caso Lo straniero è statoquindi  denunciato per sequestro di persona ai fini dell’estorsione. Ma non solo: tra i capi di accusa vi sono anche quello di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Attualmente il ghanese è in attesa dell’udienza di convalida del fermo.

Ilaria Paoletti

1 commento

Commenta