Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 18 feb – “Giù le mani da Zaniolo, sciacalli”, “Iene di nome serpi di fatto”, “Vergognatevi, Niccolò è un leone voi siete squallidi”. Le reazioni sui social dei tifosi giallorossi, e non solo, palesano tutto l’apprezzamento che ha suscitato il servizio de Le Iene sul baby fenomeno della Roma. Senza riportare qui le frasi meno sobrie, basta leggere in rete i commenti al video dell’intervista al giovane calciatore e alla madre per farsi un’idea della bufera scatenatasi.

Una di queste reazioni riassume al meglio il punto della questione: “Mettere in imbarazzo un ragazzo di 19 anni in questo modo è davvero schifoso”, scrive un tifoso romanista. D’altronde è inutile specificare la necessità di proteggere al meglio, anche evitando servizi come questo, una delle più quotate promesse del calcio italiano. Niccolò Zaniolo è stato infatti intercettato all’arrivo a Trigoria dall’inviato de Le Iene, che dopo essersi rivolto al giocatore ha iniziato a incalzare la madre che lo accompagnava con una serie di domande imbarazzanti e di dubbio gusto: quanto tempo passa sui social, quanto con le amiche per postare la foto perfetta su Instagram, fino ad arrivare alla domanda sull’ipotetica partecipazione al Grande Fratello.

A quel punto Zaniolo si è comprensibilmente innervosito: “Già è tanto che ho fatto questa intervista, che neanche la volevo fare”, ha detto prima di scendere dall’auto e avviarsi verso casa. La stessa madre, Francesca Costa, ha poi voluto replicare su Facebook al servizio andato in onda ieri sera:”L’educazione a Nicolò l’abbiamo impartita io e mio marito…e tutti i giorni h24 io sto a Roma con lui…se lui è questo è il riflesso di quello gli ho sempre insegnato!! So che non dovrei giustificarmi so che si parla mossi da mille cause e mi spiace che vi facciate dei problemi sulla mia condotta di vita più o meno conforme a quelle che sono le vostre idee…ma per fortuna mio figlio è un ragazzo d’oro…”. Ennesimo scivolone di un programma televisivo che da un po’ di tempo ha deciso di collezionare figuracce.

Alessandro Della Guglia

2 Commenti

Commenta