Il Primato Nazionale mensile in edicola

diopRoma, 9 lug – Ci sono aggressioni che non fanno notizia, anche se l’aggredito ha la pelle nera ed è stato colpito per le sue idee. Se però quelle idee non sono quelle “giuste”, chi se ne frega dell’aggressione e anche del colore della pelle.
Ne sa qualcosa Paolo Diop, il senegalese di passaporto italiano che vive nelle Marche ed è un grande fan di Matteo Salvini, nonché un esponente di Sovranità.
In un locale di Civitanova Marche, Paolo Diop è stato aggredito da un connazionale, un senegalese che lavora al locale “Shada”.
Seduto al tavolo insieme ai suoi amici, si è visto avvicinare da un buttafuori senegalese che lo ha obbligato ad uscire dal locale. Una volta fuori, Diop si è visto arrivare un pugno in faccia. “L’amico di Salvini…adesso ti sistemo io!’”, avrebbe detto il buttafuori, evidenziando quindi il movente politico dell’aggressione.
Diop è finito all’ospedale. Al Pronto Soccorso hanno certificato una prognosi di 6 giorni per via del colpo subito al volto.
Giuliano Lebelli





La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. E’ strano che invece usi il condizionale per una frase probabilmente MAI detta, e invece l’affermativo presente per un presunto movente “politico”…
    Se questo è “far notizia” meglio che passino inosservate credimi.

Commenta