Il Primato Nazionale mensile in edicola

derby di MilanoMilano, 21 nov- La domenica calcistica si è chiusa con il divertente derby di Milano, terminato in un elettrizzante 2-2 agguantato a tempo scaduto dall’Inter grazie ad una zampata da rapace dell’area di rigore del croato Perisic. Partita interessante e, soprattutto nel primo tempo, quasi dominata dai nerazzurri che si trovano sotto al primo affondo del Milan con un gran gol dello spagnolo Suso. Il meritato pareggio dell’inter arriva nel secondo tempo con un missile di Candreva, ma il Milan, con il minimo sforzo, si trova di nuovo avanti con un altro bel gesto tecnico di Suso. All’ultimo disperato assalto, come già anticipato, ci pensa Perisic a fissare il 2-2.



Nessun vincitore in campo, dunque, ma quello che succede sugli spalti all’inizio della partita dice tutt’altro: a vincere sono quei ragazzi conosciuti come Ultras, spesso descritti come figure diaboliche, da girone dell’inferno dantesco, capaci  di creare opere d’arte all’interno di San Siro.

La Curva Sud rossonera, “padrona di casa”, delizia la Madonnina, con una coreografia su tutti e tre gli anelli con la quale celebra i trent’anni della presidenza Berlusconi, il quale viene raffigurato sulla stessa, insieme ai numerosi trofei vinti. La Nord nerazzurra non è certo da meno, e si sa, con striscioni in dialetto milanese per esaltare le proprie radici meneghine.

In tempi in cui alcuni pagano aziende per fare delle coreografie, spesso abbastanza rivedibili, non resta cha fare come la Madonnina simbolo di Milano: mettersi ad ammirare lo spettacolo delle due curve meneghine.

Giacomo Bianchini

 

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta