Il Primato Nazionale mensile in edicola

balotelliRoma, 13 giu – Non è andato agli Europei, ma nonostante la bocciatura di Conte, Mario Balotelli non è rimasto con le mani in mano, in questo periodo. Si è dato da fare, anzi, in quel che sa fare meglio: fare casino per locali. Tutto è accaduto all’alba di sabato, a Lonato del Garda, nel bresciano, quando Mario Balotelli è arrivato con il fratello e un gruppo amici, concedendosi ai selfie della comitiva di ragazzi che in quel momento stava per tornare a casa con un autobus che fa da servizio navetta per le discoteche.

Poi qualcuno gli si è avvicinato e pare siano volate parole grosse all’indirizzo dell’ex Milan e Inter. È così scattata una rissa che ha coinvolto almeno una cinquantina di persone. Ad avere la peggio un 33enne di Sarezzo, che ha perso tre dita di una mano: mignolo, medio e anulare. Quando i soccorsi sono arrivati sul posto, il ragazzo era una maschera di sangue. Per cercare di ripararsi, pare che fosse salito su uno dei due pullman. Qualcuno, però, lo ha inseguito e ha tentato di trascinarlo giù dal mezzo. A quel punto, per provare a resistere alla presa, il 33enne si è aggrappato all’obliteratrice, gesto che avrebbe causato la perdita delle tre dita.

Sull’episodio è stata avviata un’inchiesta da parte dei carabinieri. Tutto da chiarire il ruolo del calciatore: c’è chi sostiene che, mentre la scazzottata si faceva seria e si scatenava un tutti contro tutti, Mario Balotelli si sarebbe allontanato per evitare di essere coinvolto e di finire così in altri guai. Secondo altri, invece, Mario Balotelli avrebbe avuto un ruolo attivo nella rissa. Una storia ancora molto confusa e che resta tutta da chiarire.

Roberto Derta

2 Commenti

Commenta