Il Primato Nazionale mensile in edicola

Parma, 28 ott – Manifestazione contro il nuovo Dpcm anche in piazza Garibaldi a Parma, dove ieri oltre mille persone hanno protestato per le misure anticovid che stanno per gettare sul lastrico milioni di italiani. Una dimostrazione pubblica di dissenso che è sfociata nel lancio di petardi da parte di una cinquantina di persone, fermate dai poliziotti intervenuti per sedare la sommossa. Interventi decisamente brutali in alcuni casi, come si può osservare nel video diventato virale nelle ore scorse, nel quale un agente in borghese sferra un calcio in testa ad un manifestante inerme, immobilizzato a terra da altri due poliziotti. Il poliziotto, fa sapere la Questura che ha diffuso un comunicato per far chiarezza sulla questione, è stato sospeso dai servizi operativi.

«In riferimento ad alcune immagini postate sui social, relative ad un episodio accaduto ieri sera in Piazza Garibaldi, sono stati già avviati opportuni accertamenti. Il dipendente autore delle condotte è stato compiutamente identificato e nei suoi confronti verranno adottati immediati provvedimenti in relazione alle responsabilità configurabili previa immediata assegnazione a servizi non operativi», conclude la nota.

Dal canto suo, il governo si sta preparando a una dura repressione delle frange più violente della protesta. Il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese sta in questo momento presiedendo al Viminale una riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica «per fare il punto di situazione sull’ordine e la sicurezza pubblica del Paese, anche alla luce dell’attuazione dei provvedimenti emergenziali connessi alla prevenzione e al contrasto del contagio da Covid-19». Presenti alla riunione il viceministro all’Interno, Matteo Mauri, i vertici delle forze di Polizia e degli organismi di informazione di sicurezza nonché il capo di Stato maggiore della Difesa.

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta