Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 apr – Non si ferma la corsa dei contagiati da coronavirus, anche se la crescita dei nuovi casi continua a mostrare segni di rallentamento. I nuovi contagi toccano, nella giornata di oggi, i 2972 – in linea con i dati degli ultimi giorni, sensibilmente più bassi rispetti ai massimi giornalieri raggiunti alla fine di marzo – mentre la macabra contabilità dei decessi fa segnare 525 morti in più (+681 ieri).

Contagiati da coronavirus oltre 90mila

I contagiati in tutta Italia salgono così a quota 91mila, mentre il numero dei guariti continua a distanziare quello dei deceduti: erano 20.996 ieri, salgono a 21.815 oggi. A dare speranza per il prosieguo delle dinamiche dell’epidemia è il progressivo appiattimento della curva dei contagiati totali, che ormai sembra avviata verso quel “plateau” che rappresenta il picco.

Quasi 130mila casi in totale

Il numero di casi complessivi di chi ha contratto il coronavirus tocca, dall’inizio dell’epidemia, i 129mila, di cui quasi la metà (oltre 50mila) in Lombardia – dove l’assessore regionale alla Salute Giulio Gallera nel pomeriggio ha confermato la stabilizzazione negli aumenti, con dati significativi per quanto riguarda il rallentamento nelle provincie di Bergamo e Brescia (inizia invece a preoccupazione l’evoluzione sulla città di Milano) – cui seguono Emilia-Romagna (quasi 20mila) e Piemonte (12mila).

Nicola Mattei

2 Commenti

Commenta