Il Primato Nazionale mensile in edicola

Brescia, 19 mag – I bar italiani sono aperti a pieno regime da appena un giorno ma qualcuno era così in ansia per il ritorno degli aperitivi che si è letteralmente imbevuto di alcool e a Brescia un ragazzo di 22 anni è andato in coma etilico.

Soccorso dal 118

E’ accaduto nella notte tra lunedì e martedì a Desenzano del Garda. Qui un ragazzo di 22 anni ha preso troppo alla lettera forse il ritorno dei bar che ha accolto con forse troppo entusiasmo. Soccorso poco dopo le 3.30 da un’ambulanza della Croce Rossa, il ragazzo si trovava nei pressi della rotonda tra via Marconi e viale Andreis. Qui ha il fulcro il centro della movida desenzanese . Insieme ai sanitari del 118  che hanno soccorso il ragazzo, è intervenuta anche una pattuglia del vicino commissariato.

In buona salute nonostante tutto

Gli operatori del 118 gli hanno prestato le prime cure sul posto, dopodiché il 22enne è stato portato nell’ospedale gardesano, poco distante. Qui, come da prassi, è stato sottoposto ad accertamenti e una reidratazione corporea con fleboclisi. Sebbene il ragazzo sia arrivato in codice giallo, le sue condizioni non desterebbero particolari preoccupazioni. Certo è che doveva avere una grande fretta di rifarsi del tempo perduto, e questo nonostante si trovi in una delle parti del Paese più colpite dall’epidemia di coronavirus: ricordiamo infatti che il bresciano, insieme al bergamasco, è il territorio più colpito in termini di contagi e vittime. E lui, ora, per qualche giorno non potrà godersi le riaperture tanto sognate – anzi, per la sua salute è bene che rimanga un altro po’ in casa.

Ilaria Paoletti