Venezia, 15 mar – Anche in Veneto aumentano vertiginosamente i contagi. Sono 178 i casi positivi in più rispetto a ieri.

Il bollettino della Regione Veneto

In totale dunque, i casi positivi in Veneto sono saliti a 2172, 178 in più rispetto a ieri sera. Stando a quanto dichiara il bollettino della Region Veneto, di questi  426 sono i ricoverati,  altri 129 in terapia intensiva, sono 120 i pazienti guariti e dimessi, ma sono purtroppo 63 i decessi – 3 in più rispetto a ieri sera.

Sangue di Enea Ritter

Crisanti: “Il vero problema sono gli asintomatici”

Secondo il professor Andrea Crisanti, direttore del laboratorio di Microbiologi dell’università di Padova, “il vero problema sono i positivi asintomatici, se continuiamo a mandarli in giro l’epidemia non la elimineremo mai”. Il professore lo sostiene durante l’intervista al programma televisivo L’aria che tira su La7.

“Vo’ Euganeo posto più sicuro d’Italia”

Poi, Crisanti parla della situazione a Vo’ Euganeo: “Vo’ rappresenta un’esperienza unica, aver testato tutti i cittadini ci ha permesso di fare una fotografia completa della situazione. Nel primo campionamento abbiamo trovato 87 positivi, molti dei quali asintomatici, pari al 3% della popolazione. Un’enormità dal punto di vista epidemiologico. Tutti sono stati messi in isolamento e dopo 9 giorni abbiamo fatto un secondo campionamento. Siamo riusciti a dimostrare che aver isolato i positivi ha permesso di ridurre la frequenza di contagio. Ora a Vo’ c’è una frequenza di casi positivi del 3 per mille, quindi l’incidenza è calata di dieci volte. Nel momento in cui abbiamo fatto il secondo campionamento le persone positive stavano bene, erano inconsapevoli di essere malate. Anche questa volta le abbiamo messe in isolamento e possiamo dire che ora Vo’ è il posto più sicuro d’Italia. Ciò testimonia che esiste un sommerso incredibile”.

Ilaria Paoletti

2 Commenti

Commenta