Roma, 11 ott – Si è parlato di immigrazione durante l’ultima puntata di Dritto e rovescio, il programma condotta su Rete4 da Paolo Del Debbio. Non è la prima volta e, sicuramente, non sarà neanche l’ultima. Ospite in collegamento c’era Oliviero Toscani, fotografo dei Benetton nonché immigrazionista convinto. Infastidito dalle rimostranze del pubblico presente in studio, che non ha apprezzato le sue posizioni buoniste, Toscani se l’è presa con il conduttore: «Lì c’è un battimani perché sicuramente viene scelta la gente in un certo modo», è sbottato il fotografo fusciaccato, insinuando che Del Debbio si sarebbe organizzato una claque pregiudizialmente ostile nei confronti di Toscani.

Leggi anche: Toscani contro la Meloni: «Brutta e ritardata». Lei: «Razzismo viscerale»

Del Debbio asfalta Toscani

Del Debbio, però, non ha affatto gradito e ha risposto per le rime a Toscani: «Lei si occupi di fare le fotografie, ché della televisione me ne occupo io». Il conduttore, acclamato dal pubblico, ci ha anche tenuto a sottolineare che nessuno ha costretto Toscani a intervenire in collegamento alla puntata, per poi aggiungere: «Ma pensa te se devo aver la lezioncina». Toscani ha tuttavia insistito sulla sua tesi: il pubblico sarebbe stato orientato a favore del conduttore. A quel punto Del Debbio non ci ha visto più ed è esploso: «Ma vai a fare le fotografie e non rompere le palle».

Vittoria Fiore

4 Commenti

  1. Toscani è talmente imbecille che non avrebbe senso neppure invitarlo. Tra Toscani, Jacopo Fo e Cecchi Paone credo sia il trio spazzatura per eccellenza, gente che non conosce il limite dell’indecenza non conosce nulla e vuol commentare (urlando) su tutto. Gentaglia per la quale ho smesso completamente di vedere la Tv.

    • Hai dimenticato, almeno, Wilbur Whateley, pardon, gad lerner, come si fa’ chiamare adesso…. Ma, d’ altronde, la merda è uno di quei “beni” di cui non c’ è da temer scarsità!…

  2. La saggezza dei papi precedenti l’attuale usurpatore gesuita aveva una soluzione per questi tipi umani: la pera del supplizio.

Commenta