Il Primato Nazionale mensile in edicola

Nella vita frenetica di tutti i giorni è difficile trovare del tempo da dedicare alle pulizie domestiche, per tale ragione è importante avere a disposizione strumenti, in grado di agevolare questo gravoso compito. Sicuramente indispensabile è la scopa elettrica, in quanto è un apparecchio pratico e maneggevole, perfetto per essere trasportato con facilità da una stanza all’altra della casa. Infatti, solitamente, tali prodotti presentano una linea estremamente snella, pensata per raggiungere anche i punti più nascosti, dove i normali aspirapolvere non arrivano.

In commercio esistono diversi modelli di scope elettriche, ognuno dei quali presenta delle caratteristiche ben precise, che possono fare la differenza in fase d’acquisto. Vuoi conoscere le marche e le soluzioni migliori del momento? Puoi trovare questo e molto altro sul blog Scopeelettriche.online, che è nato proprio con l’intento di aiutare i consumatori ad attuare una scelta consapevole e mirata.

Scegliere l’aspirapolvere in base alle proprie esigenze

Per riuscire ad individuare l’aspirapolvere perfetta per le proprie necessità, è necessario valutare alcuni aspetti fondamentali, in modo da non lasciare nulla al caso e non doversene pentire in fase di utilizzo.

Con o senza filo?

La prima cosa sulla quale vale la pena di riflettere in fase d’acquisto è la fonte di alimentazione. Infatti, è necessario sapere che esistono scope elettriche senza filo, dotate di batterie ricaricabili, e scope elettriche con filo, che per funzionare devono essere collegate alla rete elettrica. Entrambe le soluzioni hanno pregi e difetti. Nel primo caso, si tratta di prodotti più pratici, in quanto permettono di passare da una stanza all’altra in maniera rapida e senza dover sospendere il lavoro, il che vuol dire poter risparmiare tempo, soprattutto quando si è di corsa e bisogna pulire velocemente, ma in maniera efficace.

Di negativo, c’è che la batteria non ha una durata infinita, per tanto, una volta terminata la carica, è necessario attendere fino al completo recupero dell’energia. L’autonomia di aspirazione è un aspetto da tenere in particolare considerazione, soprattutto nel caso in cui si disponga si una casa piuttosto ampia, in modo da riuscire a pulire buona parte delle stanze con u unico ciclo di carica. Tale problema, invece, non si registra con le scope elettriche dotate di filo, in quanto sono vengono alimentate dalla corrente, per tanto sono in grado di funzionare per tutto il tempo necessario.

Con o senza sacco?

Bisogna considerare che alcune scope elettriche sono dotate di sacco, mentre altre presentano un contenitore per lo sporco. Quali è meglio scegliere? Dipende dalle proprie necessità. Infatti, alcuni consumatori ritengono che il sacco sia la soluzione migliore, in quanto consente di non entrare a contatto con la polvere e lo sporco aspirato.

Ciò può essere particolarmente utile per coloro che soffrono di allergie, ad esempio. Tuttavia, bisogna dire che le soluzioni dotate di vano estraibile sono più pratiche e consentono di risparmiare il denaro necessario per l’acquisto dei sacchetti e di preservare l’ambiente. In più, una volta svuotato il serbatoio, bisogna solo dare una sciacquata e si può iniziare di nuovo a pulire.

Quali funzionalità aggiuntive scegliere?

Per chi deve fare i conti con spazi non troppo ampi, può essere utile optare per modelli modulari che possono essere smontati in varie parti, in modo da poterli riporre con agio anche in ambienti ridotti. Tuttavia, in commercio si possono trovare anche modelli dotati di terminali d’aspirazione differenti, pensati per rimuovere sporco e polvere con facilità, anche nelle zone più anguste della casa.

Tale soluzione può essere vantaggiosa per coloro che hanno tanti mobili o arredi, tra i quali è necessario fare slalom o infilarsi per aspirare i residui di sporco. Interessanti sono anche gli apparecchi provvisti della modalità economica, in quanto consentono di ridurre i consumi energetici. Tra gli accessori  che si possono avere in dotazione si possono ricordare anche le spazzole lavapavimenti, che permettono, non solo di aspirare, ma anche di lavare le superfici. Tuttavia, vi possono essere anche spazzole apposite per tappeti, parquet e moquette.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

Commenta