Il Primato Nazionale mensile in edicola

Monti Esquilino immigrati accoltellatoRoma, 28 gen – Il centro di Roma è diventato il Far West. Non passa giorno che nelle vie intorno alla stazione Termini e in particolare nei rioni Monti ed Esquilino, non accada un fatto di cronaca. Tra sbandati, immigrati clandestini, sporcizia e spacciatori, la situazione è invivibile e l’accoltellamento di un cinquantenne sardo senza fissa dimora avvenuto mercoledì sera, è solo l’ultimo episodio di una lunga catena. Una rissa scatenata per futili motivi.

Dalle prime ricostruzioni dei Carabinieri della stazione di piazza Dante, emerge che l’uomo stava bevendo una birra insieme ad un amico nei pressi di largo Brancaccio e via San Martino ai Monti, quando un rumeno già visibilmente ubriaco, gli avrebbe intimato di dargli la birra tentando di strappargliela dalle mani. Al rifiuto da parte del sardo sarebbe scattata l’aggressione del rumeno, in soccorso del quale sarebbero poi sopraggiunti due immigrati, un libico e un iracheno, che gli avrebbero urlato “Sporco italiano dacci i soldi”, dandogli poi due coltellate alla schiena.

L’uomo è stato trasportato all’ospedale San Giovanni con una prognosi di 20 giorni e fortunatamente non è in pericolo di vita. Alla scena hanno assistito alcuni turisti terrorizzati, mentre il libico e l’iracheno sono stati fermati e identificati dai Carabinieri. “Mi hanno riempito di pugni, poi uno di loro mi ha accoltellato. Erano come belve feroci, incontrollabili. Sono vivo per miracolo“, sono state le parole del cinquantenne sardo. Il punto in cui è avvenuto il fatto, al confine tra i rioni Monti ed Esquilino, è senza dubbio uno dei più pericolosi dell’intera zona. A poche decine di metri da lì si trova il parco del Colle Oppio, popolato da immigrati clandestini e spacciatori, dove poco più di due mesi fa sempre un immigrato rumeno aveva stuprato una turista australiana.

Davide Romano

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. sporco italiano… anche questa è un’aggressione razzista. Chissà se è considerata tale visto che a subirla è un italiano…

  2. L’osservazione di Luis è più che pertinente: sarà invocata l’aggravante dell’odio razziale? Sarei pronto a scommettere una cifretta che, no, non sarà invocata e tanto meno applicata. Sarò lieto se in un futuro più o meno prossimo tra gli articoli di “Il primato nazionale” ne troverò uno che attesta il contrario senza se e senza ma. Non accadrà.

Commenta