Parigi, 23 ott – L‘anniversario dei sessant’anni dalla creazione Asterix porta con sé una novità: si aggiunge alla schiera dei personaggi Adrenalina, una bella ragazzina ribelle adornata da una lunga treccia, che a molti ha ricordato le sembianze di Greta Thunberg.

La figlia di Vercingetorige

Adrenalina è protagonista del trentottesimo albo, intitolato La figlia di Vercingetorige, della serie dedicata alle avventure di Asterix, nato nel 1959 dall’estro di René Goscinny e di Albert Uderzo. Il nuovo capitolo delle avventure di Asterix e compari uscirà domani giovedì 24 ottobre in Francia e in contemporanea in altri 40 Paesi. Da noi dovremo aspettare mercoledì 30 ottobre quando uscirà edito da da Panini Comics.

La rivolta contro Giulio Cesare

L’albo che vede come protagonista la ragazzina indipendente e sfacciata è firmato dal duo Jean-Yves Ferri e Didier Conrad. Come si evince dal titolo, Adrenalina è la irriverente figlia adolescente di Vercingetorige, condottiero gallo, che tutta sola organizza una rivolta contro le truppe dei romani guidate da Giulio Cesare; come al solito, almeno negli albi di Asterix, i Galli riusciranno ad avere la meglio. In molti non hanno mancato di notare come Adrenalina ricordi molto da vicino Greta Thunberg: è un’adolescente ribelle che indossa una lunga treccia ed è accomunata alla sedicenne svedese da un severo sguardo di presunzione.

I creatori smentiscono

Aspettando di leggere La figlia di Vercingetorige anche qui da noi, ci “rassicura” sapere che i due creatori di Adrenalina, Ferri e Conrad, hanno smentito di aver cercato di inventare una Greta tra i Galli: “Adrenalina non è Greta”, hanno detto. Non solo: sceneggiatore e disegnatore sostengono anche di voler “insegnare un po’ di storia ai marmocchi del villaggio”. Ferri e Conrad sono ormai da sei anni i veri eredi di Goscinny e Uderzo e sono con questo albo dedicato ad Adrenalina alla quarta collaborazione  dopo Asterix e i Pitti del 2013, Il Papiro di Cesare del 2015 e La corsa d’Italia del 2017.

Ilaria Paoletti

Commenta