Il Primato Nazionale mensile in edicola

Anche il settore bancario non è rimasto estraneo al fascino delle tecnologie anzi, è andato incontro a queste ultime con un’azione mirata al rinnovamento del proprio comparto. Sono infatti numerosi i player che anche in Italia hanno scelto la digitalizzazione come soluzione ultima ad un mercato che cambia. Non deve stupire, anche se si parla di un settore fra i più tradizionali. Eppure le necessità vanno sempre accompagnate da strategie utili per superare l’impasse data dai tempi che cambiano. Ne dà una dimostrazione un bel set di novità che vanno dal banking online fino al mobile, insieme ad altre soluzioni tech come i chat bot e i robo-advisor. Il tutto con un obiettivo specifico in mente: potenziare i servizi per andare incontro alle nuove esigenze dei consumatori.
Online banking: cosa è cambiato in questi anni?
Le banche italiane hanno già vissuto trasformazioni piuttosto profonde: nello specifico, sono passate da una visione tradizionalmente legata all’analogico ad una strategia di integrazione online-offline (multicanale). Il risultato è stato il boom del cosiddetto home banking ossia un insieme di servizi che hanno permesso ai clienti di accedere ai propri conti da casa e di gestirli attraverso Internet. Per gli utenti i vantaggi emersi da questa scelta sono stati numerosi e oltre al mero fattore comodità, anche la convenienza economica di questi nuovi prodotti digitali spicca in modo molto concreto. Basti pensare ai vantaggi dati dalle banche online tra cui ad esempio CheBanca! che consentono di aprire un conto corrente a zero spese. Il digitale, infatti, ha abbattuto in primis i costi degli istituti di credito e portato con sé un bel set di novità che vanno dal banking online fino al mobile, insieme ad altre soluzioni tech come i chat bot e i robot advisory.
Banche e digital: cosa cambierà negli anni a venire?
La prima rivoluzione è già in corso e si tratta della banca omnicanale che permette di accedere ai conti e ai prodotti finanziari 24 ore su 24. Esistono comunque altri trend bancari che presto prenderanno piede segnando in questo modo gli anni a venire. Basti pensare ad esempio all’utilizzo dei big data per personalizzare tutte le offerte proposte alla propria clientela. Anche il già citato chat bot diventerà sempre più spesso un tool di uso comune grazie al quale le banche potranno fornire assistenza ai clienti in un modo del tutto automatizzato. Una delle novità future più importanti sarà il coworking applicato alle banche. Nasceranno dei veri e propri hub che ospiteranno sportelli di diversi brand bancari. Un sistema che consentirà agli istituti di credito di abbattere i costi legati all’affitto degli immobili. Fra le altre novità destinate a scrivere le pagine del banking 3.0 troviamo l’applicazione della biometria per potenziare la sicurezza degli accessi elettronici. Infine, l’introduzione dei social sempre più banche cominceranno a interloquire con i clienti tramite LinkedIn, Facebook e simili.



Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta