Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 lug – Jerry Calà si schiera con il governo Lega-M5S e le suona ai detrattori che per partito preso lo attaccano. Gli stessi accusatori inferociti che con il precedente governo si mostravano agnellini mansueti e plaudenti: “Tutti in tv – scrive il noto comico su Twitter – si chiedono dove troverà i soldi questo governo per mantenere le promesse elettorali. Basterebbe che il precedente governo gentilmente svelasse dove ha preso tutti quei miliardi per salvare le banche...”
Pronta la risposta divertita del vicepremier Luigi Di Maio, che rilanciando il post cita il tormentone di Calà: “Libidine, doppia libidine, libidine coi fiocchi!”. L’attore, tra l’altro, non è nuovo a uscite controcorrente e di conseguenza poco amate dai salotti televisivi. La scorsa estate ad esempio le suonò a Boldrini e Mattarella sugli immigrati, da questi ultimi paragonati a quelli italiani: “Non facciamo paragoni assurdi per piacere! Gli emigranti italiani venivano trattati come animali da soma…pulitevi la bocca”, scrisse Jerry Calà sempre su Twitter.
Alessandro Della Guglia



Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta