Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 31 ago – Joe Biden non manca di mandare su tutte le furie anche gli animalisti: dopo le critiche piovutegli addosso da tutto il mondo per la “fuga” da Kabul dell’esercito americano che ha precipitato l’Afghanistan nel caos, adesso si prende le critiche pure degli animalisti che lo accusano di aver abbandonato lì i cani soldato.



Kabul, cani soldato Usa abbandonati 

L’esercito americano, infatti, ha abbandonato i suoi cani da lavoro, almeno stando a quanto riporta una dichiarazione diffusa lunedì sera da un importante gruppo di difesa degli animanli con base negli Usa. American Humane, infatti, ha condannato quella che sarebbe una vera e propra “sentenza di morte” sui cani che il ritiro degli Stati Uniti da Kabul in favore della milizia islamista talebana avrebbe pronunciato.

“Sono stati lasciati a morire”

“Questi cani coraggiosi svolgono lo stesso lavoro pericoloso e salvavita dei nostri cani da lavoro militari e meritavano un destino di gran lunga migliore di quello a cui sono stati condannati”, ha affermato Robin R. Ganzert, presidente e CEO di American Humane. “Ci fa schifo stare seduti a guardare questi cani coraggiosi che hanno valorosamente servito il nostro Paese essere lasciati a morire o peggio”, ha detto.

“Cambiamo le condizioni “

American Humane, organizzazione che ha addestrato e salvato cani da lavoro sin dalla prima guerra mondiale, ha affermato che “aiuterà a trasportare questi soldati K-9 a contratto sul suolo degli Stati Uniti” e “fornirà cure mediche per tutta la vita”. Nella dichiarazione rilasciata dal gruppo per il benessere degli animali, il signor Ganzert ha affermato che i “contratti” che riguardano i cani da lavoro dovrebbero essere aggiornati per prevenire tali abbandoni in futuro.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. I cani non tradiscono e l’ uomo merdoso non sa neppure riconoscerlo, figuriamoci prenderne l’ esempio… L’ uomo pensa dopo aver dato da mangiare al compagno di turno della sua vita di poterne disporre come gli pare.

Commenta